Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Violentata dal padre orco in casa e nella stalla dall'età di sei anni

Una ragazza di Alatri ieri è stata ascoltata in tribunale a Frosinone ed è emersa una triste storia di violenze familiari ripetute nel tempo

Violentata dal padre da quando aveva soltanto sei anni. Un'età in cui il papà viene visto come il super eroe pronto a difendere figli ed a proteggerli. Nel caso della vittima, oggi 32enne, il genitore era visto come l'uomo nero delle favole, quello che si avvicinava a lei soltanto per farle del male. Scenario di questa violenza un'abitazione della città di Alatri.

L'approdo in tribunale

La squallida vicenda era finita sul tavolo dei magistrati nel 2013, quando la vittima dell'abuso, aiutata dal fratello era riuscita a prendere coraggio e a denunciare quello che aveva vissuto per ben  21 anni. La prima volta che era stata "violata" frequentava la prima elementare. Il genitore approfittava di lei quando stavano da soli in casa, oppure l'attirava dentro la stalla, lontano da occhi indiscreti. 

L'incesto le minacce e le percosse

Soltanto dopo tanti anni aveva capito che quello che il padre le faceva fare aveva un nome ben preciso: si chiamava incesto. Ma a quel punto il padre la teneva sotto scacco con le minacce e le percosse. Poi cinque anni fa la liberazione. Alcune registrazioni acquisite avevano portato l'uomo sul banco degli imputati con l'accusa di violenza sessuale. Dalle indagini portate avanti in tal senso sembra che la moglie sia risultata totalmente estranea alla vicenda.

Il racconto davanti al giudice

Martedì mattina in aula (il processo si è tenuto a porte chiuse) la vittima della violenza sessuale è salita sul banco dei testimoni per raccontare quello che il genitore l’aveva costretta a fare da quando era una bambina. La trentaduenne avrebbe confermato tutte le accuse senza retrocedere di un passo. La giovane a seguito di questo trauma viene seguita dagli psicologi dei  servizi sociali. 

La tesi della difesa

L’imputato, difeso dall’avvocato Enrico Pavia, ha sempre respinto ogni accusa adducendo il tutto ad un rapporto conflittuale che aveva sempre avuto con la figlia e che quelle registrazioni dovevano essere interpretate con un'altra chiave di lettura. La ragazza che si è costituita parte civile sarà difesa dall’avvocato Vincenzo Galione del foro di Frosinone. La prossima udienza, dove sfileranno i testi della difesa si terrà il 12 giugno prossimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentata dal padre orco in casa e nella stalla dall'età di sei anni

FrosinoneToday è in caricamento