rotate-mobile
Il fatto / Cassino

Vota per tre volte alle Primarie e poi si fa il selfie, indaga la Polizia

Il fatto è accaduto domenica durante la competizione per la scelta del candidato a sindaco civico

In due candidati alle primarie per la scelta del candidato a sindaco di Cassino, Giuseppe Sebastianelli (risultato il più votato con 715 preferenze) e Giorgio Pistoia (495), che nella giornata di domenica 18 febbraio hanno incassato oltre 1200 preferenze, hanno deciso di rompere gli indugi e intervenire su una vicenda che ha rischiato di inficiare una competizione democratica e cristallina.

Un articolo di giornale, pubblicato su una testata online, denunciava il fatto che un elettore avesse per tre volte espresso il voto, in tre seggi diversi. Questo approfittando della buona fede dei presidenti che certo non hanno conoscenza di tutti i residenti della città di Cassino. L’articolo denunciava quindi delle anomalie nello svolgimento della competizione definita 'spazzatura'.

"Abbiamo deciso di rivolgerci alle autorità competenti per fare piena luce sull’episodio denunciato nella giornata di domenica da un sito online nel quale veniva riportata la notizia che un elettore delle primarie aveva espresso per tre volte di seguito, in tre seggi diversi, la sua preferenza. Un fatto questo che, pur non avendo minimamente inciso sulla bontà delle elezioni primarie, ha instillato il dubbio sulla correttezza dei candidati. E questo per noi è ancor più grave del fatto in sé raccontato dal giornale online - si legge in una nota stampa -. A tal motivo abbiamo deciso di rivolgerci alla polizia di Stato che in brevissimo tempo ha individuato colui che ha compiuto un gesto di basso spessore umano. Perché era cosa nota a tutti il fatto che si potesse esprimere una sola preferenza. L’autore è gesto ha quindi giocato sulla buona fede dei tre presidenti di seggio che certo non possono conoscere tutti i residenti di Cassino. Ancor più grave il fatto che questo gesto sia stato immortalato e quindi raccontato attraverso un articolo di stampa. Non intendiamo pronunciarci oltre sulla vicenda che sarà discussa nelle opportune sedi. Una parola invece la vogliamo riservare a colui che ha speso tempo e denaro per fare il tour dei seggi. Se per caso tu abbia agito su input di qualcuno, sappi che quel qualcuno ti ha messo in difficoltà. Ti avrebbe dovuto consigliare di non utilizzare per tre volte la carta d’identità ma bensì patente o passaporto avresti così evitato di essere identificato. Una figura barbina della quale molto probabilmente ti troverai a dover rispondere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vota per tre volte alle Primarie e poi si fa il selfie, indaga la Polizia

FrosinoneToday è in caricamento