rotate-mobile
Cronaca Cassino

Welcome to Italy, l'ex sindaco di Cassino Bruno Scittarelli torna in libertà

Il Gip ha accolto la richiesta di revocato dei domiciliari. Era stato arrestato lo scorso 21 dicembre unitamente agli imprenditori Katia Risi, Paolo Aristipini e Luca Imondi, per aver violato i provvedimenti restrittivi imposti dal tribunale dopo l'inchiesta-scandalo

Revocati gli arresti domiciliari per l'ex sindaco di Cassino, Bruno Scittarelli. Il gip del tribunale, Domenico Di Croce, ha accolto l'istanza presentata dall'avvocato Sandro Salera e l'imprenditore è quindo tornato libero. Scittarelli lo scorso 21 dicembre, unitamente agli imprenditori Katia Risi, Paolo Aristipini e Luca Imondi, si era visto notificare dagli investigatori del commissariato di Cassino, la custodia cautelare ai domiciliari per aver violato le prescrizione imposte dalla magistratura a conclusione dell'inchiesta 'Welcome To Italy'.

La notizia degli arresti domiciliari

Secondo la Procura e la Polizia, Scittarelli nonostante l'interdizione ed il sequestro delle società, avrebbe continuato a svolgere attività imprenditoriale finalizzata all'accoglienza degli immigrati. L'avvocato Sandro Salera ha invece dimostrato che i contatti avuti dal cliente nei giorni successivi alla notifica dell'interdizione e del sequestro delle società, erano finalizzati alla dismissione delle cooperative. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Welcome to Italy, l'ex sindaco di Cassino Bruno Scittarelli torna in libertà

FrosinoneToday è in caricamento