Welcome to Italy, il 27 novembre la decisione del Gup a carico dei ventidue imputati

Il pubblico ministero Alfredo Mattei replica alla difesa. L'avvocato Sandro Salera spiega l'incompatibilità dell'associazione a delinquere e chiede l'assoluzione per i suoi indagati

Una lunga replica del pubblico ministero agli interventi della difesa dei 22 imputati nel processo davanti al Giudice per le Udienze Preliminari del tribunale di Cassino. Il magistrato Alfredo Mattei, titolare dell'inchiesta 'Welcome to Italy' ha posto l'accento sul 'modus operandi' di coloro che devono rispondere del reato di associazione a delinquere. un comportamento emerso da intercettazioni telefoniche ed ambientali che hanno consentito alla Procura portare alla luce una serie di presunte irregolarità nella gestione dei fondi destinati all'accoglienza dei profughi a Cassino e in diverse altre zone del Lazio, della Campania e del Molise.

La difesa

A prendere la parola prima del magistrato sono stati gli avvocati di alcuni degli imputati. I legali Sandro Salera, Paolo Marandola, Giuseppe Di Mascio e Giuseppe Sgambato, hanno posto l'accento sul ruolo imprenditoriale dei loro assistiti e sull'inesistenza dell'associazione a delinquere. L'avvocato Sandro Salera, che tutela gli interessi di Bruno e Daniele Scittarelli e di Lucio Secondino, ha messo in luce la grandezza della rete di accoglienza, composta da ben 38 strutture dislocate in tre regioni e l'inconsistenza di un'indagine che invece si basa sul controllo, da parte delle forze dell'ordine, di tre o quattro strutture delle quali, tra l'altro, gli imprenditori indagati non si occupavano direttamente in quanto rappresentati da un referente responsabile. 

La decisione

La camera di Consiglio e la conseguente decisione del Gup, sul rinvio a giudizio o meno degli imputati, avrà luogo il prossimo 27 novembre prima delle ultime repliche della difesa e del pubblico ministero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferentino, scontro tra due auto in via Casilina, muore bimba di 9 anni

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento