menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zagarolo, Galea (Assotutela); emergenza processionarie nella scuola De Amicis trattata vergognosamente

"Le modalità con cui l'amministrazione comunale di Zagarolo ha gestito l'emergenza processionarie nella scuola De Amicis è un atto vergognoso che grida vendetta. Oltre un mese per prendere atto di una situazione conclamata di

"Le modalità con cui l'amministrazione comunale di Zagarolo ha gestito l'emergenza processionarie nella scuola De Amicis è un atto vergognoso che grida vendetta. Oltre un mese per prendere atto di una situazione conclamata di pericolo per la salute pubblica, chiaramente segnalata dal corpo docente della scuola al Comune già a febbraio 2015, lasciando a rischio contaminazione da processionarie i cittadini e soprattutto i piccoli scolari. - Così in una nota Ivan Galea referente di AssoTutela per la zona di Roma Nord e Castelli Romani - L'intervento di bonifica del Comune - prosegue la nota di Assotutela - è arrivato poi dopo un articolo di giornale che denunciava il degrado e l'incuria sottolineando il "menefreghismo" istituzionale da parte di chi è il primo responsabile della salute pubblica (il sindaco). Apprendiamo poi - incalza Ivan Galea - che l'intervento di bonifica è stato effettuato senza un benchè minimo preavviso, creando notevoli disagi alla popolazione scolastica costretta in classe con le finestre chiuse, nonché episodi di manifestazioni di tosse e irritazioni da parte dei piccoli alunni causati dell'aria irrespirabile per la polvere di legno dovuta all'eccessivo lavoro sul taglio degli alberi. E cosa ancora più grave è che oltre a non aver risolto il problema in quanto sui pini sono ancora presenti nidi di processionarie, tutta la vegetazione tagliata (tronchi, rami sterpaglie) non è stata raccolta creando così un habitat per roditori e serpenti senza contare il pericolo incendi che si prospetterà con l'arrivo della prossima stagione estiva. E' forse ammissibile che in questo scenario possano convivere i bambini della scuola? Non è questo certamente il modo di tutelare la salute pubblica - conclude la nota del coordinatore AssoTutela - scriveremo alla competente Asl per segnalare questo gravissimo episodio"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento