rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Zagarolo, la scuola per la piccola Ilaria inizia a prendere forma. Primi incontri in Comune

Nel borgo prenestino di Zagarolo mai si è affievolito il tristissimo ricordo della tragedia che la sconvolse,  nell’ottobre ottobre 2004; allorquando la piccola Ilaria, 4 anni appena, perse la vita al Policlinico Gemelli di Roma, dopo essere...

Nel borgo prenestino di Zagarolo mai si è affievolito il tristissimo ricordo della tragedia che la sconvolse, nell'ottobre ottobre 2004; allorquando la piccola Ilaria, 4 anni appena, perse la vita al Policlinico Gemelli di Roma, dopo essere rimasta schiacciata da un cancello, all'interno della scuola materna che frequentava, l'istituto di formazione infantile "Colle dei Frati". A prestare gli immediati soccorsi furono i carabinieri della locale stazione, che si trovavano dinanzi alla scuola per i servizi di vigilanza che, da consuetudine, si svolgono davanti ai plessi di crescita sociale e culturale frequentati dai minori. A riattualizzare questa tetra pagina della storia gabina sono stati i genitori di Ilaria, Liliana e Corrado Raschiatore che, nelle scorse ore, hanno affidato ad un comunicato le loro opinioni rispetto allo stato dell'arte nel quale verserebbe la nobile volontà, allora espressa dal Come di Zagarolo, confermata con voce ferma ed ottimistica dall'attuale primo cittadino, il dottor Lorenzo Piazzai, di costruire un nuovo edificio scolastico ed intitolarlo alla memoria di Ilaria Raschiatore. La famiglia Raschiatore scrive: « A fine 2015 la Regione Lazio ha confermato il finanziamento di ? 4.600.000,00. Il Comune di Zagarolo ha evitato di darne evidenza mediatica, al fine di evitare possibili complicazioni all'attuazione del stesso procedimento. Il 1° luglio - continuano i coniugi Raschiatore - dalla struttura tecnica dedicata, interna alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - siamo venuti a conoscenza di un incontro che ci sarebbe stato il 13 luglio, alle ore 12:30. Al termine della riunione, nella casa comunale, l'assessore ai Lavori pubblici, Marco Bonini, ci ha presentato il gruppo di lavoro, nel quale sono intervenute delle sostituzioni, rispetto a quello originario. Dal Palazzo comunale arrivano commenti ed esternazioni di ampia veduta, tanto sotto l'aspetto politico - progettuale, quanto nella non meno importante sfaccettatura emotiva e sociale che, da sempre, è tra le architravi dibattimentali della vicenda richiamata. «La Città di Zagarolo, dal 2004 ad oggi, è cresciuta considerevolmente, sotto l'aspetto demografico; ragione, quest'ultima - afferma il primo cittadino, Lorenzo Piazzai - che ci fa ritenere importante la costruzione di un nuovo edificio per la formazione scolastica. Dedicarlo alla piccola Ilaria emoziona: non fa scadere nella retorica, o peggio accomodare nelle retrovie della storia la sua scomparsa ». Un'onorevole dimostrazione della comunità zagarolese di essere unità, oltre ogni differenza.

Fil.Cap.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zagarolo, la scuola per la piccola Ilaria inizia a prendere forma. Primi incontri in Comune

FrosinoneToday è in caricamento