Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Zagarolo, “spara se hai il coraggio” le ultime parole di Marco Monaco, ucciso con un colpo al cuore dal padre della ragazza

A distanza di ore dal tremendo omicidio che ha sconvolto la città di Zagarolo iniziano a delinearsi nuovi particolari sull’uccisione del 28enne Marco Monaco conosciuto in città con il soprannome di Er Pagnottella. Il giovane che da poco più di un

A distanza di ore dal tremendo omicidio che ha sconvolto la città di Zagarolo iniziano a delinearsi nuovi particolari sull'uccisione del 28enne Marco Monaco conosciuto in città con il soprannome di Er Pagnottella. Il giovane che da poco più di un mese gestiva la pizzeria Jukebox a San Cesareo era andato a casa dei genitori della sua convivente per parlarle e per farla tornare a casa. Dopo una serie di discussioni la ragazza era tornata a casa dei suoi portandosi dietro il figlioletto di 20 mesi e la loro macchina e nascondendo le chiavi del furgoncino che Marco utilizzava per lavoro. Dopo un'intera giornata di telefonate verso la mezzanotte Marco ha avuto la disponibilità di due suoi amici che l'hanno accompagnato a Marino. Una volta arrivato a casa dei suoceri è iniziata una discussione ed il padre della ragazza di origine sarde Enrico Muntoni ha estratto la pistola che portava sempre dietro e gli ha sparato a brucia pelo perforandogli il petto ed il cuore, mentre il ragazzo strillava "spara se hai il coraggio". Una morte orrenda per il giovane che gli amici descrivono come un ragazzo tranquillo proveniente da una famiglia per bene della zona di Sant'Apollaria (dove probabilmente si svolgeranno anche i funerali) che stava cercando di costruirsi un futuro grazie al duro lavoro in pizzeria. Il rapporto con la compagna, con la quale era fidanzato da circa 5 anni, si era deteriorato dopo qualche mese di convivenza presso la nuova casa di Zagarolo, in quanto la ragazza voleva vivere in un'abitazione più grande e confortevole e voleva stare più vicino ai suoi genitori ma purtroppo nella notte del 1 Maggio è arrivato il tragico epilogo ed un colpo di pazzia ha rovinato la vita di due famiglie. Il Muntoni dopo l'insano gesto è stato trovato in stato confusionale dalle parti del campo sportivo di Marino. Un uomo con la passione per le armi che in casa aveva ben due pistole, una delle quali portava sempre con lui e che questa volta lo hanno condannato ad un futuro in carcere. Si trova a Velletri con l'accusa di omicidio volontario.

irederos

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zagarolo, “spara se hai il coraggio” le ultime parole di Marco Monaco, ucciso con un colpo al cuore dal padre della ragazza

FrosinoneToday è in caricamento