Amatrice, Coldiretti consegna i buoni gasolio

Il presidente Moncalvo e il sindaco Pirozzi denunciano la lentezza e i ritardi della burocrazia

granieri moncalvo pirozzi mattia

Il presidente Moncalvo e il sindaco Pirozzi denunciano la lentezza e i ritardi della burocrazia

saluto pirozzi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’Italia ha un futuro se noi abbiamo un futuro. Lo dimostra il fatto che l’agricoltura è il solo settore produttivo che fa numeri positivi”. Lo ha detto Roberto Moncalvo, presidente della Coldiretti, ad Amatrice, dove oggi ha consegnato all’imprenditore Adelio Di Marco il primo dei trecento buoni gasolio messi a disposizione delle aziende agricole e degli allevamenti per fronteggiare il fabbisogno energetico per poter lavorare i campi, fare le operazioni di raccolta e alimentare gli impianti di irrigazione accesi notte e giorno per bagnare le colture e salvarle dalla siccità. Il gasolio verrà distribuito ad agricoltori e allevatori dei comuni colpiti dal terremoto, Amatrice, Accumoli, Cittareale, Posta, Leonessa. “Non è possibile che a 11 mesi dal sisma – ha denunciato Moncalvo – sia stata montata una stalla su due per cavilli burocratici legati alle autorizzazioni per fare le piattaforme di cemento”. Nella frazione Configno è intervenuto anche il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi. “Voi agricoltori, voi allevatori siete veri eroi perché non avete abbandonato le stalle, siete rimasti al lavoro nelle vostre aziende. Mi vengono i brividi – ha detto Pirozzi – ripensando a quel 18 gennaio quando, sotto la neve, si è ripresentato il mostro, facendo tremare la terra. Ma gli allevatori non hanno mai pianto, come non ha mai pianto il sindaco. L’economia cittadina riparte da qui, dai vostri sacrifici, dalla natura, dalla terra. Restare qui, dove siamo sempre stati, è il modo più giusto per rispettare le 239 persone che dal 24 agosto scorso non ci sono più”. Il gasolio consegnato oggi servirà ad Adelio Di Marco per trebbiare il grano del suo podere. Molti dei trecento beneficiari dei buoni utilizzeranno il gasolio per garantire acqua alle loro coltivazioni minacciate dalla siccità che anche ad Amatrice sta mettendo a dura prova, dopo il terremoto, il sistema agricolo locale. Nel comprensorio amatriciano è crollata del 60% la raccolta del fieno che gli allevatori saranno quindi costretti a comprare sul mercato. Il carburante che in questi giorni sarà distribuito da Coldiretti, dai Consorzi Agrari e da Eurocap Petroli sarà utilizzato per bagnare il foraggio, in particolare il mais, per alimentare il bestiame durante il prossimo inverno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento