Anagni, da Unindustria idee chiare per lo sviluppo della zona industriale

Un libro bianco redatto dagli industriali del posto base di partenza per il futuro

Il Vice presidente di unindustria Maurizio Stirpe ha chiuso la presentazione del Libro Bianco della zona industriale di Anagni, con una lucida storia ma soprattutto con proposte chiare per il futuro. Ha parlato del Sin della Valle del Sacco che deve essere un’opportunità.  Lo Stato e la Regione in particolare devono svolgere il loro ruolo e dopo aver lucidamente illustrato la storia dell’industrializzazione di Anagni, che conosce a menadito, ha evidenziato tre punti:

I tre punti di Stirpe

1) è ora di finirla di parlare sempre sulla emergenza ci si deve assumere la responsabilità a tutti i livelli. 

2) Altro fatto fondamentale è la semplificazione della burocrazia. Si deve lavorare per renderla più agevole  e quindi semplificata perché questa impedisce la nascita di altri mille posti di lavoro. "Nel nostro paese – aggiunge Stirpe - non esiste il modo di fare impresa, perché mancano dei requisiti essenziali a cominciare dalla giustizia troppo lenta, dalle amministrazione e dal potenziamento delle imprese".

3) Stirpe ha evidenziato che per far crescere le imprese c’è bisogno di un asse stradale attrezzato ed ha parlato della mancata realizzazione della Cisterna – Valmontone  della Civitacchia – Orte, della Roma- Latina, ed  il collegamento tra Gaeta e il Tirreno infrastrutture che servono a far crescere le industrie”. 

Orte-Cassino gli stessi problemi di sempre

“Insomma l’asse industriale Orte-Cassino ha gli stessi problemi di sempre.  C’è bisogno di fare un atto di generosità verso questo territorio perché ad oggi non c’è idea di sviluppo e soprattutto non c’è impegno da parte della classe politica".

L'intervento dell'assessore Fabiani

Prima di lui aveva parlato per conto del Presidente Zingaretti l’assessore Fabiani  che ha evidenziato come  “una  quota del 20% di tutti i futuri bandi per lo sviluppo sarà riservata alle aree di Anagni e Rieti". Altro intervento di rilievo è stato quello del presidente regionaledi  unindustria  Filippo Tortoriello, del presidente di Unindustria di Frosinone Giovanni Turriziani  ed è toccato alla giovane Miriam Diurni illustrare il libro bianco che ha come obiettivo quello di essere uno strumento aperto a tutti e di coordinamento ed integrazione di una serie di iniziative progettuali che, partendo da un’analisi multilivello del territorio, ne possa valorizzare i fattori competitivi, al fine di promuovere il rilancio dello sviluppo del settore produttivo e dell’occupazione dell’area, una delle più importanti e strategiche della nostra Regione. Il libro bianco è il frutto di un lavoro condiviso con le industrie della zona  e sono state individuate delle linee strategiche.

Le linee strategiche

E quindi necessario; Integrare azioni a valere sull’Area di Crisi Complessa e SIN in un’unica cornice operativa. Introdurre interventi di semplificazione, come l’autocertificazione, con supporto di dati rilasciati da laboratori accreditati, per la prima fase delle indagini ambientali da effettuare; Definire con urgenza gli aspetti mancanti che definiscono le Linee Guida delle gestione delle aree ricadenti nel SIN bacino Fiume Sacco del Ministero Ambiente (Protocolli Operativi indagini ambientali, circolari ministeriali, etc.). Precedere il concatenamento, anche prevedendone la contestualità progettuale ed esecutiva, degli interventi ambientali e di quelli edilizi di ristrutturazione, riconversione o riedificazione.

Gli altri interventi

L’interessante iniziativa per il rilancio dell’area industriale di Anagni è stato presentata dal giornalista Vittorio Macioce. E’ intervenuto anche il Presidente della Provincia Antonio  Pompeo che ha parlato di sintesi tra tutti perché oggi ci sono le condizioni. Nel dibattito sono intervenuti anche le organizzazioni sindaci con Briganti CGIL e Valente UGL.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento