Coronavirus, accordo Regione parti sociali per la CIG in deroga

Ecco chi potrà richiederla, le modalità e come fare per farla partire in tempi brevi

La Regione Lazio ha sottoscritto l’intesa con le parti sociali per l’applicazione della cassa integrazione in deroga a seguito dell’emergenza coronavirus. L’accordo definisce criteri e modalità procedurali per l’utilizzo della CIG in deroga nel nostro territorio regionale di riferimento.

Si tratta di una misura molto attesa da imprese e lavoratori, attualmente in grande apprensione e difficoltà a causa degli impatti devastanti connessi all’adozione delle indispensabili ma pesanti misure di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria.

Potranno richiedere la cassa in deroga ​i datori di lavoro del settore privato per aziende, anche al di sotto dei cinque ​dipendenti, con sede produttiva o operativa ubicata nel Lazio. Sono destinatari del​l’accordo anche le imprese che, pur rientrando nel campo di applicazione​ della CIGS, non versano i contributi per la CIGO ​(​di cui all’art. 20​ comma 2 e 3 del D.lgs. 148/15​)​. A titolo esemplificativo e non esaustivo, le imprese​ del settore commercio con più di 50 dipendenti​.​  L’accesso al trattamento di CIG in deroga, è consentito anche agli studi​ professionali.​ Sono esclusi i datori di lavoro domestico.

La CIG potrà essere applicata ​nei casi in cui il cui rapporto di lavoro sia stato sospeso, in tutto o in parte,​ o per i dipendenti a cui sia stato ridotto l’orario di lavoro, a causa degli effetti economici derivanti dall’emergenza Covid- 19. I lavoratori devono essere dipendenti e in forza alla data del 23 febbraio 2020. A partire da tale data, per ciascuna unità produttiva, la cassa integrazione in deroga può essere concessa per un periodo non superiore a nove settimane.

Grazie alla stipula dell’accordo quadro, i datori di lavoro potranno presentare, a partire dalla data odierna, domanda di concessione di cassa integrazione alla Regione Lazio, per via telematica, attraverso un sistema informativo che prevede il coinvolgimento del sindacato anche per il tramite dell’organizzazione datoriale cui l’azienda conferisce mandato.
Per maggiori informazioni contatta Confcommercio Imprese per l’Italia Lazio Sud scrivendo all’indirizzo: laziosud@confcommercio

Il commento dell'Ugl

“Sottoscritto in data odierna alle 2 del mattino l’Accordo Quadro con la Regione Lazio per l’accesso dei lavoratori alla Cassa Integrazione in Deroga. Questo accordo deve considerarsi il primo passo verso l’adozione di una serie di misure, nel medio-lungo periodo, che la Ugl ha chiesto e continuerà a chiedere alla Regione per sostenere e tutelare i lavoratori duramente colpiti dall’emergenza Covid-19. Ci attende un lungo percorso che ci dovrà necessariamente portare fuori da una crisi senza precedenti dal dopoguerra in poi, il nostro impegno sarà sempre in prima linea nell’ottica di un confronto costruttivo tra Istituzioni e Parti Sociali per trovare soluzioni condivise, che garantiscano la ripresa economica del nostro Territorio e la tutela di migliaia di posti di lavoro”. Questa la nota di Armando Valiani Segretario Regionale UGL LAZIO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento