Economia

Affitti: a Frosinone prezzi su dell’1,8% in un anno

Nell’ultimo anno il costo degli affitti cresce più che nel resto del Lazio, ma la città ciociara resta la più economica della regione insieme a Rieti.

Tra marzo 2017 e marzo 2018 i prezzi degli affitti a Frosinone sono cresciuti come in nessuna altra città del Lazio: +1,8% su base annuale, +3,5% tra settembre e marzo e +1,2% su base trimestrale. Secondo l’ultimo Osservatorio di Immobiliare.it per affittare un appartamento a Frosinone servono in media 5,92€ al metro quadro.

Frosinone città più economica sia per gli affitti che per le vendite

Frosinone rimane in ogni caso, insieme a Rieti (5,91€/mq), la città più economica per quanto riguarda i prezzi degli affitti nel Lazio. La più cara è ovviamente Roma: la capitale sfiora quota 14€ al metro quadro, ma nell’ultimo anno ha visto i valori delle locazioni rimanere sostanzialmente stabili. In seconda posizione Latina (7,75€/mq), che ha conosciuto un incremento del 2,1% negli ultimi sei mesi; a seguire Viterbo (6,59€/mq), chiudono come detto Frosinone e Rieti. Se si allarga lo sguardo alle medie nazionali il +1,8% che hanno fatto segnare i costi degli affitti a Frosinone supera il +1,1% che ha interessato il mercato del Centro Italia nel periodo tra marzo 2017 e marzo 2018. Mercato stagnante al Sud (+0,3%) mentre al Nord si è registrato un incremento del 2,4%.

Il trend è del tutto opposto se si parla di vendite. In un anno i prezzi degli appartamenti in vendita a Frosinone sono infatti calati del 2,7%, seguendo una tendenza che ha coinvolto l’intera regione. Il capoluogo ciociaro si conferma peraltro la città più economica del Lazio per i costi delle case: 1.216€ al metro quadro contro i 1.321 di Rieti e i 3.224 di Roma

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitti: a Frosinone prezzi su dell’1,8% in un anno

FrosinoneToday è in caricamento