Martedì, 26 Ottobre 2021
Economia

Frosinone, come cambia l'agricoltura. Affollata assemblea nella nuova sede UIL Uimec Copagri. Neglia “faciliteremo il vostro lavoro” (guarda le foto)

Affollata assemblea UIL Uimec Copagri  per inaugurare la nuova sede interprovinciale  di Frosinone-Latina e comunicare ai presenti come cambia l’agricoltura nei prossimi fondamentali anni tra il 2014-2020 dove l’Italia ha già perso il 6% dei fondi...

Affollata assemblea UIL Uimec Copagri per inaugurare la nuova sede interprovinciale di Frosinone-Latina e comunicare ai presenti come cambia l'agricoltura nei prossimi fondamentali anni tra il 2014-2020 dove l'Italia ha già perso il 6% dei fondi Europei.

Lo stato maggiore della Uilmec si è dato appuntamento a Frosinone, dove il segretario provinciale Fabrizio Neglia ha fatto portato una marea di gente per l'inaugurazione della sezione interprovinciale e per comunicare che tutte le strutture sono a disposizione degli agricoltori ciociari e pontini, alcuni dei quali arrivati da Confagricoltura.

Neglia ha dato lettura della lettera di saluto arrivata dal Ministro Di Girolamo che ha ricordato l'impegno del governo in Europa; per l'agricoltura si è riusciti ad ottenere den 52 miliardi di euro per i prossimi sette anni.

A ancora una volta si è parlato di burocrazia che deve essere snellita perché fa perdere troppo tempo e troppe opportunità nonostante il grande apprezzamento dei prodotti agricoli italiani nel mondo.

A fare da moderatori il dott. Alessandro Ranaldi presidente Uimec e Stefano Mantegazza segretario Uila. " Come cambia l'agricoltura italiane nel 2014". L'agricoltura non si misurerarà più sul prodotto, ma sui metri quadri in possesso dall'agricoltore nel 2014 e la cosidetta PAC, avrà come base di riferimento proprio l'anno in corso, che ha visto modifiche importanti che l'Europa ha introdotto Quindi, si è parlato di agricoltura a 360 Gradi e della nuova PAC, degli aiuti che gli agricoltori possono chiedere in base a fondi comunitari e regionali con una riforma fondamentale che riguarderà ogni singola azienda in maniera diversa. Un sindacato che vuole dare risposte certe a tutte le esigenze degli iscritti.

Il fatto che si innaugura questa nuova sede davanti a tutta questa gente è un fattore molto positivo. Nel 2015 andrà sfruttata al massimo la grandissima vetrina dell'expo di Milano che durerà ben 6 mesi ed ha il titolo Nutrire il Pianeta.

Però, nonostante i forti cambiamenti restano i problemi per gli agricoltori legati agli infortuni ed alle malattie che ancora prendono molti iscritti come anche i tumori legati alla presenza di amianto. Novità importanti sono anche arrivate dalla rappresentante nazionale della Civ Inail Raffaella Sette, la quale ha comunicato che si sta molto attenti alla sicurezza sul lavoro, anche se i numeri degli infortuni e dei morti, sono comunque, per fortuna, scesi di poco comunque mostrano una tendenza a fare molto di più per questio settore. C'è il bando ISI per le aziende che vogliono investire nella sicurezza con finanziamenti fino al 65 per cento a fondo perduto. Anche in questo settore la conoscenza è alla base del successo, bisogna informarsi e migliorare continuamente. Altra realizione tecnica quella della dottoressa Cristina Solfizi del caf nazionale che ha illustrato nei dettagli la nuova situazione agraria europea che si sviluppa su due direttive: 1° Aiuti diretti e 2° Sviluppo Rurale E' seguito un interessante dibattito, dove sono state evidenziate alcune cose importanti come il fatto che le proposte per i politici devono venire dal basso. La certezza delle risposte agli agricoltori. È un settore che ha visto crescere gli occupati e le esportazioni e per ripartire dobbiamo ripartire proprio da questo settore. L'avv. Alfonso Luigi Marra del PAS nel dibattito ha evidenziato che l'Italia si deve battere per avere la tracciabilità dei prodotti anche a livello Europeo. Numerose le autorità intervenute come Stefano Mantegazza segretario Uila, Gilberto de Santis presidente patronato Ital, Cristina Solfizi direttore CAF Uimec, Raffaella Sette Consigliere civ Inail, Giovanni Angileri Pres. Crl Uil in sala anche i segretari generali UIL di Frosinone Stamegna e Regionale Bombardieri. Giancarlo Flavi
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, come cambia l'agricoltura. Affollata assemblea nella nuova sede UIL Uimec Copagri. Neglia “faciliteremo il vostro lavoro” (guarda le foto)

FrosinoneToday è in caricamento