Economia

Frosinone, martedì 8 novembre la presentazione del progetto Olio IGP Roma elaborato da Op Latium e Coldiretti

Un  marchio igp Roma per promuovere nel mondo l’olio extravergine di oliva prodotto nel Lazio

Un marchio igp Roma per promuovere nel mondo l'olio extravergine di oliva prodotto nel Lazio

Un marchio Igp (Indicazione geografica protetta) per valorizzare sui mercati l'olio extravergine di oliva prodotto nel Lazio. Se ne parla a Frosinone martedì 8 novembre quando il progetto per la Igp verrà illustrato nell'incontro in programma alle 17.30 in Camera di Commercio di Frosinone. La Igp "Roma" (il nome della Capitale è uno dei brand più popolari al mondo, visto che Roma e Romano valgono sul mercato on-line almeno 600 milioni di click ogni anno) è una progettualità nata negli ambienti della Op Latium - organizzazione di produttori olivicoli promossa dalla Coldiretti del Lazio e affiliata al consorzio Unaprol. Il dossier per la Igp, elaborato dal comitato tecnico-scientifico di Op Latium con la collaborazione tecnica di Arsial, del Laboratorio Chimico Merceologico della Camera di Commercio di Roma, Agrocamera e di Unioncamere Lazio, è stato depositato presso la Regione Lazio, da cui ha già ricevuto il parere favorevole, e presso il Mipaaf. "La Igp dell'olio laziale - spiega David Granieri, presidente della Coldiretti del Lazio - consentirà agli olivicoltori di incrementare il reddito attraverso una promozione più strutturata del prodotto di qualità della nostra regione". Col riconoscimento della Igp dell'extravergine "Roma" i comuni laziali beneficiati dal valore aggiunto del marchio identificativo saranno 316, aumentando da 383.000 a 520.000 gli ettari di uliveti che potranno fregiarsi della indicazione geografica. L'olio destinato alla vendita potrà salire da 48.000 a 80.000 quintali, con un balzo del valore della produzione dagli attuali 41 milioni di euro ad oltre 63 milioni. "Una occasione per generare ricchezza diffusa - conclude Granieri - e restituire competitività a un settore soverchiato dall'invasione di prodotto estero, a scapito di produttori e consumatori". Al convegno interverranno anche Marcello Pigliacelli, presidente della Camera di Commercio di Frosinone, il direttore della Coldiretti Lazio, Aldo Mattia e l'assessore regionale all'agricoltura Carlo Hausmann.

IL DIRETTORE DELLA COLDIRETTI DI FROSINONE: "SUPERARE LE DIVISIONI PER PROMUOVERE IL NOSTRO EXTRAVERGINE E VINCERE LA SFIDA DEI MERCATI"

Frosinone è la sola provincia del Lazio sprovvista di una Dop dell'olio extravergine di oliva, nonostante proprio questa terra ospiti alcune tra le più affermate e premiate aziende olivicole. Il marchio europeo di qualità serve a noi più che a chiunque altro. E non è un caso se la Op Latium ha scelto la Ciociaria per un aggiornamento sull'iter burocratico della pratica per il riconoscimento della Igp - Indicazione geografica protetta. Il convegno di martedì coincide con la prima tappa del percorso di riposizionamento di Frosinone nell'ambito del panorama olivicolo regionale. Ma rappresenta anche il primo passaggio della nostra attività sindacale per superare la storica fragilità del comparto in parte causata dall'esasperata frammentazione del tessuto produttivo e, in parte, dal fallimento dei tentativi condotti per costruire una politica di settore unitaria e omogenea. Oggi le condizioni di mercato sono più selettive, la concorrenza si è organizzata e la sola chance di sopravvivenza dell'olivicoltura ciociara sta nella nostra capacità di unire le forze, le esperienze e le competenze per fare squadra e valorizzare nella sua interezza le specificità territoriali. La Igp "Roma" ci metterà nelle condizioni di esaltare, sotto la spinta di un marchio di riconoscimento identitario e distintivo, una produzione che da Paliano ad Alatri, da Veroli fino a Cervaro annovera indiscusse punte di eccellenza, siano esse individuali, piuttosto che frutto di solide realtà cooperativistiche. Il mercato premia chi sa distinguersi, parlando al consumatore nella trasparenza e nella chiarezza. Un extravergine di oliva identificabile dall'origine all'imbottigliamento è un olio che trasmette fiducia e raccoglie gradimento e consensi commerciali. La Igp "Roma" è il marchio che porterà valore aggiunto al nostro prodotto e nuovi margini di crescita del reddito aziendale.

Paolo De Ciutiis Direttore Coldiretti Frosinone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, martedì 8 novembre la presentazione del progetto Olio IGP Roma elaborato da Op Latium e Coldiretti

FrosinoneToday è in caricamento