Venerdì, 24 Settembre 2021
Economia

Incentivi per l’agricoltura Bio, un centinaio le aziende ciociare che potranno usufruirne

Sono 30 i milioni di euro, stanziati dalla Regione Lazio, che potranno aiutare gli agricoltori a passare al nuovo tipo di coltivazioni

Saranno un centinaio le aziende biologiche della ciociaria che potranno beneficiare dei provvedimenti della nuova Giunta della Regione Lazio che ha approvato una delibera da 30 milioni di euro per sostenere le imprese agricole che vogliono investire nell’agricoltura biologica. L'atto è volto a sostenere gli agricoltori che vogliano introdurre o continuare a produrre nella propria azienda secondo il metodo biologico, contribuendo alla conservazione della biodiversità ed alla riduzione dell’erosione genetica attraverso la diminuzione dell’intensità delle pratiche agronomiche in agricoltura.

Finalità 

La delibera prevede il rifinanziamento della Misura 11 del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020, con un impegno di spesa di 30 milioni di euro a valere sui prossimi cinque anni. Essa rappresenta un importante segnale di continuità e di sostegno per un settore strategico nell’economia laziale. 

Beneficiari 

I beneficiari delle risorse sono gli agricoltori attivi, le associazioni di agricoltori e le associazioni miste di agricoltori attivi. Le tipologie d’intervento previste sono le seguenti: Sottomisura 11.1 “Pagamento al fine di adottare pratiche e metodi di produzione biologica”: prevede la conversione a pratiche e metodi di agricoltura biologica  Sottomisura 11.2 “Pagamento al fine di mantenere pratiche e metodi di produzione biologica”: prevede il mantenimento di pratiche e metodi di agricoltura biologica. Gli impegni stanziati hanno una durata pari a 5 anni. Vengono concessi premi per unità di superficie (HA). Gli importi sono dettagliati nell’avviso pubblico. 

Modalità di presentazione della candidatura 

La domanda di sostegno/pagamento per l’accesso al regime di aiuto introdotto con la predetta misura/sottomisura/tipologia di operazione, deve essere presentata utilizzando l’apposita modulistica predisposta dall’Organismo Pagatore Nazionale (AGEA), utilizzando le funzionalità presenti nell’ambito del portale SIAN. Per le modalità fare riferimento a quanto riportato nel Bando pubblico. 

Data di presentazione

La scadenza di presentazione della domanda è fissata al15 maggio 2018 (11 giugno 2018 con penalità). In caso di eventuali proroghe, da parte delle Autorità comunitarie e/o nazionali, dei termini sopra richiamati, dette scadenze si intendono automaticamente aggiornate. 

Selezione delle candidature 

Il Bando prevede unicamente la presentazione di domande di sostegno (1° anno impegno); per l’attuazione della Misura è previsto uno stanziamento annuale in base al quale saranno selezionate le domande di sostegno (domande di impegno iniziale) presentate nella medesima annualità di riferimento e formate le eventuali graduatorie di ammissibilità, nel caso in cui le risorse finanziarie disponibili non garantiscano la completa copertura di tutte le domande di sostegno istruite con esito positivo e dichiarate ammissibili. 

Risorse finanziarie 

Per l’attuazione delle sottomisure sono previsti stanziamenti, per l’annualità 2018 e per tipologia di operazione, pari ad un totale di 6.000.000 di euro. Responsabile del procedimento: Guido Bronchini (06 5168 8253) – Nadia Biondini (06 5168 8117 – Regione Lazio -Area Gestione Sostenibile delle Risorse e Governo del Territorio a Vocazione Agricola - Direzione Regionale Agricoltura e Sviluppo Rurale, Caccia e Pesca – Via del Serafico, 107 – Piano 3° – Stanza 328/339.  Per informazioni gli interessati possono rivolgersi anche alle Aree Decentrate Agricoltura (ADA) competenti per territorio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incentivi per l’agricoltura Bio, un centinaio le aziende ciociare che potranno usufruirne

FrosinoneToday è in caricamento