rotate-mobile
Economia

60mila euro per 120 giorni di lavoro, ma il direttore non si trova

L'Accademia di Cybersicurezza Lazio cerca un direttore didattico

Non sarà il lavoro dei sogni, come quello da libraio alle Maldive, ma la paga è più che buona, specialmente se rapportata ai giorni lavorativi. L’Accademia di Cybersicurezza Lazio non riesce a trovare un direttore didattico, tanto che la Regione è stata costretta a pubblicare un nuovo avviso pubblico per cercare una figura idonea a ricoprire questo ruolo. Il primo, infatti, ha visto candidarsi una sola persona che, però, non aveva i requisiti. Un evento inaspettato, visto che la paga è di 60mila euro l’anno.

L’accademia

L’Accademia di cybersicurezza del Lazio, cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo, rappresenta una scuola di alta formazione dedicata alla sicurezza informatica, pubblica e gratuita, realizzata grazie ad un accordo tra la Regione Lazio e l’Agenzia per la cybersicurezza Nazionale. Nel biennio 2022-2024, l’accademia vuole realizzare alcuni percorsi formativi come quello per cybersecurity technician, cybersecurity risk manager, cybersecurity architect, cyber threat intelligence specialist. Per garantire lo svolgimento di queste attività formative, l’accademia ha bisogno di selezionare un direttore didattico. Peccato che, per ora, non sia riuscita nell’impresa di trovarne uno.

Il primo avviso pubblico

Come si legge nel verbale del comitato scientifico incaricato di valutare i profili e scegliere un direttore, risalente al 17 gennaio 2023, è stata deliberata “la non ammissibilità dell’unica candidatura pervenuta, per assenza dei requisiti minimi” richiesti dall’avviso. Per questo, è ora necessario pubblicare un nuovo avviso, revisionando “alcuni dei requisiti minimi nell’ottica di assicurare la massima partecipazione alla procedura e, al contempo, garantire la qualità dell’esperienza professionale dei candidati”.

La paga

È incredibile pensare che non ci sia qualcuno disposto o in grado di fare un lavoro pagato 60 mila euro l’anno per 120 giorni lavorativi, con un contratto della durata di 36 mesi. Certo, l’incarico richiede una forte specializzazione, specialmente in un periodo in cui la sicurezza informatica è diventata importante per aziende e pubbliche amministrazioni.

I requisiti

I requisiti minimi per ottenere questo lavoro sono il possesso di una laurea specialistica, magistrale o diploma di laurea vecchio ordinamento o titolo equipollente. Inoltre, si chiede di aver svolto, per almeno 10 anni, un’attività professionale di direzione o coordinamento didattico di corsi di formazione, di cui almeno 8 anni nello sviluppo di progettualità didattiche nell’area dei servizi digitali o della sicurezza informatica. Infine, si chiede la conoscenza della lingua inglese con un livello  B2.

Le attività

Di cosa dovrà occuparsi il direttore? Le attività sono diverse, dalla promozione, coordinamento e regolazione dell’attività didattica dei percorsi formativi attivati alla predisposizione delle linee strategiche e programmatiche della formazione. Dovrà presiedere e coordinare i docenti dell’accademia garantendo, inoltre, la promozione, gestione, monitoraggio e sviluppo delle attività di formazione. Sarà compito del direttore anche gestire gli accordi di collaborazione con stakeholder del settore, enti e associazioni, coerenti con le finalità del progetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

60mila euro per 120 giorni di lavoro, ma il direttore non si trova

FrosinoneToday è in caricamento