Sabato, 20 Luglio 2024
Economia

Centinaia di lavoratori della rete Euronics anche di Frosinone rischiano il licenziamento

Lo denunciano i sindacati Filcams Cgil e Fisascat Cisl in una nota congiunta. Coinvolti potenzialmente 600 dipendenti delle società Nova Spa, Kus Srl e Nova Casale Srl

Aria pesante negli store Euronics a Roma e Frosinone, almeno secondo quanto denunciato dai sindacati Filcams Cgil e Fisascal Cisl Roma e Lazio. Nei due capoluoghi sarebbero all'orizzonte centinaia di licenziamenti tra le lavoratrici e i lavoratori assunti tramite le aziende Nova Spa, Kus Srl e Nova Casale Srl. 

Rischio licenziamenti in Euronics

La notizia serpeggia da giorni e anche se al momento non porterà a scioperi di alcun genere, l'agitazione è tanta. Secondo quanto riportano le due sigle sindacali, le aziende a insegna Euronics avrebbero comunicato l'intenzione di mandare a casa una parte importante dell'organico che ogni giorno vediamo negli store: "Dopo anni di trasferimenti ingiustificati, ammortizzatori sociali e da ultimo applicazione del contratto collettivo nazionale Cisal - si legge nella nota - che ha colpito retribuzione e diritti, oggi le aziende annunciano alle lavoratrici e lavoratori una crisi aziendale senza precedenti". Parliamo di quasi 600 persone coinvolte, impiegate tra i 29 negozi di Roma e provincia e i tre di Frosinone e provincia. 

La denuncia di Cgil e Cisl

Il tutto, denunciano ancora "senza avviare il necessario confronto con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, annunciano quindi licenziamenti di massa e, dopo aver chiesto per anni sacrifici ai propri dipendenti, lasciano centinaia di famiglie senza alcuna garanzia di futuro". La Filcams CGIL Roma Lazio e la Fisascat Cisl Roma Capitale e Rieti "condannano fermamente questo modello di fare impresa che, guardando senza scrupoli solo al profitto, sfrutta il lavoro e poi scarica i lavoratori". Da quanto spiegano i sindacati, sono quasi 15 anni che le aziende a marchio Euronics utilizzano tutti gli ammortizzatori sociali possibili "e da prima del Covid hanno disdetto il contratto collettivo che era stato firmato con noi, per firmarne uno con Cisal a condizioni peggiorative". Dall'eliminazione della quattordicesima alle malattie pagate meno "ci sono meno tutele rispetto al contratto del commercio" ribadiscono in particolare da Fisascat Cisl. 

"Incontreremo la Regione"

Ad oggi non sono previsti scioperi, ma nel momento in cui ci saranno comunicazioni ufficiali da parte delle aziende coinvolte, i sindacati muoveranno i primi passi: "Innanzitutto andremo a parlare con la Regione Lazio". L'assenza di interlocuzione tra Nova Spa, Kus Srl e Nova Casale Srl con Cgil e Cisl ha una chiara motivazione, anche questa denunciata dai sindacati: "Non considerandoci rappresentativi, poiché non firmatari del nuovo contratto, non ritengono di doverci informare di alcunché". 

La precisazione dell'azienda

In merito a quanto riportato negli articoli pubblicati questa mattina 21 giugno 2024, “Centinaia di lavoratori Euronics a Roma e Frosinone rischiano il licenziamento” e “Centinaia di lavoratori Euronics anche di Frosinone rischiano il licenziamento”, desideriamo chiarire che i punti vendita operanti con le insegne EURONICS, EURONICS CITY ed EURONICS POINT costituiscono una rete di franchising, ossia una rete di punti di vendita al dettaglio recanti un'insegna comune ma facenti capo - per gestione e responsabilità - ad imprese autonome e indipendenti da Euronics Italia S.p.A..

Pertanto, fare riferimento genericamente a “lavoratori Euronics” e “licenziamenti in Euronics”, contiene oggettivamente elementi e dichiarazioni non corrispondenti al vero ed è lesivo dell’immagine di Euronics Italia S.p.A e del marchio Euronics.

Le aziende attive con il marchio Euronics, incluse le società citate nell’articolo, che gestiscono, tra gli altri, i punti vendita in questione, pur mantenendo autonomia nella gestione delle attività strategiche e di bilancio, operano in conformità ai valori e alla mission dell’organizzazione, con un focus su evoluzione, efficienza e razionalizzazione delle risorse.

Nelle vostre eventuali future comunicazioni riguardanti le attività delle società che gestiscono i punti vendita della rete EURONICS, EURONICS CITY ed EURONICS POINT, vi chiederemmo gentilmente di tener conto dell’assetto organizzativo in cui si inserisce Euronics Italia S.p.A..

Infine, chiederemmo cortesemente una rettifica del titolo per entrambe le notizie qui riportate poiché in linea con quanto indicato sopra, non è corretto parlare in senso generale di “lavoratori Euronics”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centinaia di lavoratori della rete Euronics anche di Frosinone rischiano il licenziamento
FrosinoneToday è in caricamento