Paliano, grande flop per la Prima Festa dell’Agricoltura. Poca partecipazione e la solita "triste" passerella per i politici

Di Giancarlo Flavi Secondo fine settimana della Festa dell'agricoltura a Paliano e secondo flop per l'organizzazione messa su in fretta e furia dal proprietario del terreno di fronte all'ex parco uccelli della Selva.

Di Giancarlo Flavi

Secondo fine settimana della Festa dell'agricoltura a Paliano e secondo flop per l'organizzazione messa su in fretta e furia dal proprietario del terreno di fronte all'ex parco uccelli della Selva.

Il perché di questo grande flop ve lo spieghiamo subito: gran parte di coloro che hanno usufruito dei servizi di quest'area attrezzata l'hanno fatto perchè hanno trovato chiuso l'ex parco uccelli (il tribunale solo in questi giorni da facendo il passaggio amministrativo ai nuovi proprietari, la società GEA srl) e se questo fosse stato aperto la gente sarebbe stata ancor meno. Riempire un'area vasta come questa non è facile perchè ci vogliono migliaia e migliaia di persone.

Per quanto riguarda gli espositori della Coltivatori diretti (Campagna amica) si è passati dai 15 circa del primo fine settimana ai soli tre di quest'ultimo perchè ovviamente gli altri si sono resi conto con la loro presenza li non avrebbe portato a nulla di buono a livello economico. Una festa reclamizzata poco e male nei giorni precedenti che è diventata una "triste" passerella all'area aperta di politici e politicanti dei vari livelli da quelli regionali a quelli locali e gli incontri tematici sull'agricoltura hanno avuto poche persone come uditori. Tanta la gente che si è lamentata che in questa proprietà privata mancano le zone di ombra e c'è stato addirittura chi si è dovuto portare l'ombrellone da casa e sembrava di essere in spiggia a Foce Verde e non a Paliano.

Insomma, è stato veramente un flop sotto tutti gli aspetti, pochissime le cose che si sono salvate come i tre annulli speciali emessi da Poste Italiane dietro richiesta della Pro Loco di Paliano e sulle cartoline , ben realizzate vi erano anche delle scritte in braille. Qualche produttore di Paliano che ha presentato dei prodotti di eccellenza. La Coltivatori Diretti che è riuscita a trascinare il 25 aprile una quindicina di produttori. Poche, inoltre, le novità culinarie presentata in quella che doveva essere una Festa dell’Agricoltura e soprattutto dell’ambiente non c’è stato nulla; come l’impasto del grano monococco presentato sa Livio Perrini (azienda del posto) una specialità alimentare con la quale si è fatta anche la pizza grazie al giovane pizzaiolo l’Eugenio della Pizza, che ha cercato con la sua inventiva di portare un pizzico di novità.

A livello politico istituzionale l'unica cosa di buone è “lo scoppio della Pace” tra l’immobiliarista Colleferrino e il nostro Selfiemaniaco Sindaco Alfieri chi? che lo ha voluto sul palco come appunto documentato dal Selfie quotidiano.

Di questo flop siamo veramente rammaricati, perché si poteva e doveva fare molto di più mettendo in campo persone più esperte degli attuali organizzatori, che non hanno saputo neanche approfittare della chiusura dell'ex parco uccelli. Avrebbe potuto chiedere aiuto agli organizzatori di Agralia di Sora che ogni anno portato oltre 20 mila persone alla loro bella e riuscita manifestazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Speriamo che dagli sbagli nasca qualcosa di buono per le prossime edizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento