menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Olive

Olive

Paliano, il 28 settembre riapre il frantoio della cooperativa Le Mole e accetta le prenotazioni

Ancora non si incomincia a cogliere l’uva rossa, quella bianca e già stata raccolta, ed ecco che a Paliano lunedi 28 settembre riaprirà il frantoio per la molitura delle olive.

Ancora non si incomincia a cogliere l'uva rossa, quella bianca e già stata raccolta, ed ecco che a Paliano lunedi 28 settembre riaprirà il frantoio per la molitura delle olive.

Che il clima sia cambiato non vi è ombra di dubbio ma che addirittura si incominciano a macinare le olive a settembre è veramente incredibile. "Mi è stato chiesto da un grosso ed importante socio-cliente di San Cesareo di aprire entro fine mese - ci dice il presidente della Cooperativa Palianese Pietro Celletti. Quest'anno poi lavoreremo a due fasi. Ossia, manderemo l'acqua e la sansa insieme, che poi finirà nei bruciatori industriali per il riuso del calore, quindi l'olio sarà ancora più limpido e certamente più buono". Come a dire che si cambia lavorazione per migliorare sia la resa, che comunque con le olive ancora verdi non sarà eccezionale, che la qualità del prodotto e questo significa che arriverà sul mercato con un prezzo ancora più caro.

Da lunedì il Frantoio Le mole accetterà anche le prenotazioni future per la molitura delle olive degli altri soci (circa 2000), mentre l'assemblea dei soci della Cooperativa Palianese potrebbe essere convocata intorno al 9 ottobre prossimo, perché il bilancio si deve chiudere a stagione, in considerazione del fatto che la stagione dell'anno scorso è stata molto scarsa. Quest'anno invece si vedono sulle piante bei grappoli di olive, grazie al grande caldo che si è registrato che non ha fatto attecchire la così detta mosca olearia che aveva fatto la strage l'anno scorso e che addirittura non aveva fatto aprire diversi frantoi come quello dalle nostre parti della Cooperativa di Serrone bche peraltro rischia di non aprire neanche quest'anno anche perche utilizza ancora vecchi sistemi di molitura e raffineria dell'olio stesso.

Insomma, quest'anno tutto è anticipato. Se è vero, come dicono gli esperti, che comunque sarà un'annata da ricordare per il vino, sarà anche un'annata da ricordare per l'olio visto che tutti stanno anticipando il raccolto e si ricorda che le olive devono essere macinate entro le 24 ore dalla raccolta, per ottenere un olio di qualità anche per chi lo fa solamente per uso personale.

Giancarlo Flavi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento