Arpino, concorso "Olio Terra di Cicerone"

18 esperti assaggiatori di olio provenienti da tutta Italia e persino dagli Stati Uniti. Saranno loro a giudicare quale Evo dovrà vincere quest’anno la palma per il miglior olio italiano. Il concorso si svolge nella storica città di Arpino famosa per aver dato i natali al grande oratore romano Marco Tullio Cicerone. Proprio a lui è infatti dedicato, come si evince dalla denominazione: “Premio Terra di Cicerone”.

Tantissimi i produttori che hanno inviato il loro “oro verde” da tutte le regioni italiane ma anche dalla Spagna, dalla Grecia, dalla Turchia. Il concorso infatti, benché nato solo sette anni fa, ha raggiunto il panorama internazionale grazie anche all’organizzazione curata nei minimi particolari, ad una giuria di super esperti e al capo panel, Mario Lecce, prematuramente scomparso lo scorso anno, che è riuscito a portare sempre più in alto la fama del premio. Nonostante la grave perdita gli organizzatori non si sono arresi ed hanno chiamato a dirigere tutte le fasi del concorso un capo panel, tra i più importanti nel panorama olivicolo nazionale.

Parliamo della dottoressa Angela Canale attualmente a capo di assoprol Umbria. L’agronoma, nota soprattutto per le moderne ed efficaci sperimentazioni sul terreno, in collaborazione anche con molti frantoi italiani, ha dato un grande contributo per elevare la qualità della produzione italiana di olio extravergine d’oliva. Quest’anno non sarà facile giudicare gli oli. Notevoli le disavventure che hanno penalizzato gran parte della produzione italiana a causa del freddo registrato a febbraio dello scorso anno. Ciononostante i produttori italiani si sono impegnati per ottenere le migliori eccellenze di extravergine. Eccellenze che verranno sottoposte al giudizio di esperti assaggiatori. Le operazioni di assaggio cominceranno giovedì 2 maggio presso un’aula appositamente allestita nell’istituto tecnico industriale di Arpino, sezione chimici.

Nello stesso contesto gli oli verranno sottoposti ad analisi chimiche per misurarne acidità, e contenuti in polifenoli. Un premio particolare verrà infatti assegnato all’olio col più alto valore di polifenoli, gli antiossidanti naturali dell’oro verde. La fase della premiazione invece si terrà la sera di sabato 11 maggio in piazza Municipio, sala San Carlo in concomitanza con il Certamen Ciceronianum Arpinas. Studenti e docenti provenienti da ogni parte del mondo si affronteranno nella traduzione di una versione di Cicerone. I partecipanti avranno così la possibilità di assaggiare anche gli oli vincitori del concorso dedicato al famoso arpinate.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

I più visti

  • Fiuggi, festa del cioccolato

    • Gratis
    • dal 23 al 25 ottobre 2020
  • Veroli, sul palco con Mastroianni e Fellini

    • Gratis
    • 25 ottobre 2020
    • teatro comunale
  • Frosinone, arriva il circo Togni

    • dal 16 al 25 ottobre 2020
    • ex stabilimento Carlsberg
  • Frosinone, Massimo Roscia presenta "Il dannato caso del Signor Emme"

    • solo domani
    • Gratis
    • 24 ottobre 2020
    • libreria Ubik
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FrosinoneToday è in caricamento