rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cultura

Acquapendente (Vt), la palianese Moira Adiutori terza classificata al premio letterario Donne tra ricordi e futuro

L'edizione 2014-2015 del Premio Letterario "Donne tra ricordi e futuro" - sezione Cucina in famiglia ha visto salire sul podio, al terzo posto, Moira Adiutori, palianese di nascita e sempre molto legata al nostro territorio.

L'edizione 2014-2015 del Premio Letterario "Donne tra ricordi e futuro" - sezione Cucina in famiglia ha visto salire sul podio, al terzo posto, Moira Adiutori, palianese di nascita e sempre molto legata al nostro territorio.

Adiutori - Fiorini e RomaniTerza classificata quindi, dopo la giornalista e docente universitaria Daniela Brancati, vincitrice, e Rosaria Clemente, seconda classificata, Moira ha concorso con il racconto "Dolce e salato a modo mio - Viaggio nel gusto dalle tradizioni di famiglia ad oggi" ripercorrendo la storia culinaria personale, quella che si tramanda di madre in figlia, intrecciata con le tradizioni contadine e pastorizie legate alla genuina terra di Ciociaria e la voglia di sperimentare novità legate ad un percorso di vita che ha condotto Moira in varie città d'Italia. L'origine di questa avventura letteraria nasce nel nostro Paliano così come, ironia della sorte, palianesi sono le origini della Dott.ssa Patrizia Romani, Direttore della sede regionale RAI Umbria, dalle cui mani Moira ha ricevuto l'ambito riconoscimento. Quando si dice il destino!

Un'elaborazione molto curata fin nel minimo dettaglio, ottima la presentazione e la qualità delle ricette. Buoni spunti di riflessione con abbondanza di ricordi piacevoli. Un libro pensato ed ideato a proprio modo, così come devono essere le ricette. Secondo l'autrice ognuno ai fornelli deve interpretare la ricetta e personalizzarla, ma anche sbagliare. Il testo vive di momenti e ricordi della famiglia di origine, delle amicizie, delle città di mare dove ha vissuto. Questo è il sintetico ed esaustivo giudizio della giuria del premio letterario composta da giornalisti, scrittori e critici di fama nazionale.

La Premiazione ha potuto usufruire di una cornice d'eccezione: il castello di Torre Alfina (Viterbo) incastonato in un paesaggio che ricorda altri tempi a pochi passi da Acquapendente e Orvieto. Coordinati magistralmente dalla giornalista Alba Stella Maffei Paioletti si sono alternati nei rispettivi interventi: Lorena Fiorini Presidente del Premio, Rossano Boscolo chef di fama internazionale fondatore della Boscolo Etoile Academy , Patrizia Romani, Direttore di Rai Umbria e Presidente del Premio letterario La Giara, Concetta Cassata, Presidente del Comitato Unico di Garanzia del MiBACT e dell'on. Alessandra Terrosi della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquapendente (Vt), la palianese Moira Adiutori terza classificata al premio letterario Donne tra ricordi e futuro

FrosinoneToday è in caricamento