Anagni-Alatri, le confraternite della Diocesi saranno presenti al XIV° Cammino Regionale 

Domenica 17 settembre 2017 si svolgerà a Formia il 14°incontro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Le antiche associazioni religiose del Lazio con i loro costumi tradizionali, con i loro cappucci, con i loro vessilli e stendardi, si sono date appuntamento a Formia, dove, dopo la registrazione delle confraternite e dopo la preghiera iniziale seguirà: il Convegno sul tema: “Sulla strada: con Gesù incontro all’umanità; il Saluto di S.E.R. Mons. Luigi Vari, Arcivescovo di Gaeta e relazione:“Sulla strada: con Gesù incontro all’umanità”; il Saluto del Dr. Francesco Antonetti, Presidente della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia; il saluto del Dr. Domenico Rotella, Vice-Presidente della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia e relazione: “Il contributo delle Confraternite nel tempo”.

Seguiranno  alle ore 16,00: il Cammino di Fraternità per le vie di Formia;  il saluto del Sindaco di Formia Sandro Bartolomeo; il saluto del Presidente della Confederazione e del Coordinatore del Lazio Sig. Angelo Papini. Il cammino regionale terminerà con la Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E.R. Mons. Luigi Vari e concelebrata da S.E.R. Mons. Mauro Parmeggiani Vescovo di Tivoli e Assistente Ecclesiastico della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia. 
L’incontro a Formia, come i precedenti appuntamenti annuali, è l’occasione particolare per rinnovare la gioia dell’incontro dei confratelli e consorelle, che uniti nella preghiera, nell’ascolto e nella meditazione, rafforzano il senso di appartenenza a ciascuna confraternita, arricchendo la loro formazione cristiana per proseguire   il cammino di fede iniziato in osservanza del Vangelo, nel servizio alla chiesa ed al prossimo e nella testimonianza di “fraternità” che dovrebbe abbracciare l’umanità intera. Le confraternite, che si sono formate dopo l’anno 1000 intorno ai monasteri di Germania, Francia, Calabria, Toscana e di altre regioni italiane con gruppi di cristiani ferventi, testimoniano la loro fede facendo volontariato ed opere di carità, tenendo vive le tradizioni culturali del loro paese, ponendosi, così, come lievito di carità verso Dio e il prossimo.  Importante è anche l’imponente patrimonio artistico accumulato dalle confraternite nei loro oratori e nelle chiese: la grande quantità degli abiti, insegne, statue, crocifissi,  usati durante funzioni e processioni che rivelano e conservano aspetti folkloristici della tradizione cristiana.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento