Arpino, fari puntati su Caravaggio grazie alla conferenza della prof.ssa Macioce

Un approfondimento sull'artista che si svolgerà presso il Circolo Tulliano per svelare i segreti del suo intramontabile successo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Il grande maestro della pittura del '600 Michelangelo Merisi da Caravaggio, tra i protagonisti mondiali dell'arte, oggetto tuttora di una incessante attenzione e di innumerevoli eventi internazionali, sabato 14 aprile al Circolo Tulliano di Arpino sarà al centro di una avvincente conferenza della prof. ssa Stefania Macioce, docente di storia dell'arte alla Sapienza Università di Roma, autrice di diversi saggi e volumi sul pittore lombardo e per questo considerata tra i maggiori esperti del settore.

La conferenza sul "fenomeno Caravaggio"

Alle ore 18 nel salone di rappresentanza del Circolo, in via delle Volte, con gli interventi del sindaco Renato Rea e di Bruno Palmigiani, presidente del sodalizio fondato 132 anni fa, l'on. Massimo Struffi introdurrà la conferenza della prof. Macioce, di famiglia arpinate, intitolata "Caravaggio: il mito". La docente discuterà tra l'altro sulle motivazioni artistiche, culturali, sociologiche e commerciali più recenti che sono alla base del crescente successo, quasi eccessivo, del "fenomeno Caravaggio", artista che continua a riscuotere un'attenzione molto alta e un coinvolgimento diffuso. La docente porrà pure in evidenza un elemento non trascurabile del grande successo del pittore: il soggiorno del maestro lombardo nella fiorente bottega d'arte del Cavalier d'Arpino, il pittore che alla fine del '500 deteneva una sorta di monopolio della pittura ufficiale a Roma. La prof. Stefania Macioce è professore associato di storia dell'arte moderna alla Sapienza Università di Roma. Ha pubblicato tra l'altro saggi e volumi sulla pittura ferrarese del '400 e sul manierismo romano.

La prof.ssa Macioce e il suo lavoro di approfondimento sull'artista

Si è dedicata a studi di carattere iconografico, sul colore (2018), sulla magia e sulle gemme. Ma soprattutto i suoi studi specialistici si sono concentrati su Caravaggio. Il suo lavoro fondamentale è il volume "Michelangelo Merisi da Caravaggio, Documenti, fonti e inventari 1513-1875", Ugo Bozzi Editore 2003 (seconda edizione 2010), che costituisce un punto di riferimento basilare per gli studi caravaggeschi. In occasione del centenario caravaggesco ha pubblicato "I cavalieri di Malta e Caravaggio", LogartPress 2010, ricevendo la Croce al Merito del Sovrano Militare Ordine di Malta e in seguito, per l'Editore Gangemi, nel 2013 ha pubblicato l'analisi "La musica al tempo di Caravaggio". Nella sua intensa attività di studio e ricerca, la prof. Macioce ha appena mandato in libreria "Quando la pittura parla - Retoriche gestuali e sonore nell'arte", Gangemi Editore, e a breve farà seguito il suo attualissimo studio sullo stretto rapporto esistente tra l'arte e la moda di successo internazionale, soprattutto italiana, intitolato "Arte in moda - Ispirazioni a confronto", LogartPress.

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento