Arpino, la città di Cicerone esclusa dalla finale per il titolo di "Capitale Italiana della Cultura” per l’anno 2022

Non è una delusione fine a se stessa ma deve essere la spinta per puntare sempre di più al rilancio di un territorio che vale la pena di conoscere e apprezzare

Un pò di delusione e di amaro in bocca è la conseguenza dell'esclusione di Arpino, città di Cicerone, dalla lista delle aspiranti città finaliste per l'individuazione della Capitale italiana della cultura 2022. Resta intatta però la convinzione che Arpino è e resterà una perla della Ciociaria, una città dalle mille sfaccettature, con una forte storia alla sua base e con numerose bellezze da vedere, conoscere ed apprezzare.

Il sindaco Renato Rea conferma: "Il MIBACT ha diramato la lista delle Città finaliste concorrenti per il titolo di Capitale della Cultura 2022. Purtroppo il progetto Civitas Mundi presentato dalla Città di Arpino non sarà della partita. Lo è stato fino a ieri e, per tutto il corso di questo strano 2020, ha concorso giocandosi le sue carte, grazie al grande lavoro che è stato fatto per la sua elaborazione. Sapevamo sin dall'inizio che vincere sarebbe stata cosa difficilissima se non impossibile, ma onestamente speravamo di entrare fra le prime dieci alla luce della bontà del progetto. Resta certamente il rammarico di non essere arrivati alla fine, ma resta soprattutto la straordinaria partecipazione dell’intero comprensorio che è sceso in campo al nostro fianco; la Regione Lazio, la Provincia di Frosinone, i Comuni, le Società, le Associazioni, le Fondazioni, tutti stretti attorno ad una candidatura che lascia traccia di sé nella pressoché unica capacità aggregativa e inclusiva e nella elaborazione di un'idea che potrà continuare a guidare le politiche culturali del territorio. Abbiamo provato a fare qualcosa di veramente grande non solo per la nostra Città, con prevedibili ricadute positive sia in termini turistici che culturali. Ringrazio a nome della Città di Arpino l'Arch.Luca Calselli ed i suoi collaboratori, che hanno elaborato il dossier; così come ringrazio e stringo in un abbraccio virtuale tutti gli amici, Arpinati e non, che hanno lavorato al nostro fianco entusiasmandosi alla realizzazione di un disegno che non era mai stato pensato prima d'ora. La candidatura passa ma il progetto resta."

Le città finaliste

1. Ancona, Ancona. La cultura tra l’altro;
2. Bari, Bari 2022 Capitale italiana della cultura;
3. Cerveteri (Roma), Cerveteri 2022. Alle origini del futuro;
4. L’Aquila, AQ2022, La cultura lascia il segno;
5. Pieve di Soligo (Treviso), Pieve di Soligo e le Terre Alte della Marca Trevigiana;
6. Procida (Napoli), Procida Capitale italiana della cultura 2022;
7. Taranto, Taranto e Grecia Salentina. Capitale italiana della cultura 2022. La cultura cambia il clima;
8. Trapani, Capitale italiana delle culture euromediterranee. Trapani crocevia di popoli e culture, approdi e policromie. Arte e cultura, vento di rigenerazione;
9. Verbania (Verbano-Cusio-Ossola), La cultura riflette. Verbania, Lago Maggiore;
10. Volterra (Pisa), Volterra. Rigenerazione umana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Ferentino, scontro tra due auto in via Casilina, muore bimba di 7 anni

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento