Cultura

Artena, consegnata la cittadinanza onoraria a Giorgio Colangeli

Conferma Giorgio Colangeli "Questa di oggi è una delle cose più belle in ambito professionale che mi sia capitata, e terrò dentro di me questa cerimonia per sempre”.

Con una cerimonia toccante e suggestiva, il Consiglio Comunale di Artena ha consegnato la Cittadinanza onoraria all’attore e scrittore Giorgio Colangeli. Il conferimento era stato definito con l’atto deliberativo n. 53 dello stesso Consiglio lo scorso 30 Ottobre. Per problemi professionali l’attore non era stato presente in quella data, e proprio per questo ha voluto presenziare Sabato scorso.

La definizione di Giorgio Colangeli in sede di presentazione della cerimonia

Innanzitutto è una persona discreta, una persona umile, una persona perbene, educata, un uomo che per il lavoro che fa e per la notorietà che ha, potrebbe far sentire a chiunque la sua presenza, ma non lo ha mai fatto. E’ bastato davvero poco per capirlo. Si è di fronte a un personaggio che attualmente i critici definiscono tra i migliori attori italiani – e lo è davvero – ma è come se fossi a fianco a un amico con cui chiacchierare di cinema certamente, ma anche di sport, di politica, di vita…. E’, insomma, così come deve essere una grande Persona: straordinario nel suo lavoro e straordinario con gli altri”.

La motivazione

Dopo l’introduzione di Alfonso De Angelis, che ha ricordato alcuni passi della carriera di Colangeli, ci sono stati gli interventi dell’assessore alla Cultura Lara Caschera, che con il suo assessorato ha fortemente voluto l’assegnazione della cittadinanza onoraria a Colangeli. Poi hanno parlato anche le opposizioni: Silvia Carocci, Irene Palone e Armando Conti. Ha chiuso la parte istituzionale il Sindaco Felicetto Angelini, che ha consegnato fisicamente la Cittadinanza onoraria e letto la motivazione: “Per il prestigio conseguito in Italia e all’estero attraverso la Sua professione e il Suo prezioso contributo al Cinema, alla Televisione e al Teatro italiani. Impreziosendo con la Sua presenza le opere di giovani registi e risultando un maestro per i giovani attori. Con la sua recitazione, qualsiasi ruolo ricopra, è capace di coinvolgere ogni spettatore nell’azione scenica, tanto da essere definito dai critici cinematografici e teatrali uno tra i migliori attori italiani. Come scrittore ha voluto regalare una memorabile conversazione sul sommo Poeta Dante Alighieri, aggiungendo un prezioso contributo allo studio del Poeta fiorentino. La Comunità artenese è orgogliosa di averLo come suo concittadino residente e da oggi come suo concittadino onorario”.

Il commento di Colangeli

ringraziamento Colangeli ha recitato uno dei canti più difficile della Divina Commedia, il primo canto del Purgatorio, incantando la platea rimasta rapita per oltre dieci minuti dalla performance dell’attore.

Questa onorificenza – ha detto Colangeli - è un tributo alla mia professione che mi fa enormemente piacere, più di ogni altro premio, perché il calore che mi ha dimostrato la città di Artena, le parole che mi sono state riservate in sede di Consiglio Comunale, mi fanno capire che i miei sforzi professionali hanno raggiunto lo scopo per cui faccio questo mestiere: arrivare alla gente, emozionare le persone, ma anche e soprattutto rendersi conto di essere uno di loro, fare parte di una comunità in maniera concreta. Questa di oggi è una delle cose più belle in ambito professionale che mi sia capitata, e terrò dentro di me questa cerimonia per sempre”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artena, consegnata la cittadinanza onoraria a Giorgio Colangeli

FrosinoneToday è in caricamento