menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Napoli Pizza Village 61 la nuova campionessa del mondo di pizza tradizionale in lacrime di gioia e con il trofeo

Napoli Pizza Village 61 la nuova campionessa del mondo di pizza tradizionale in lacrime di gioia e con il trofeo

Bruno Vespa e Teresa Iorio Nuova Campionessa del Mondo Premio Caputo protagonisti al Napoli Pizza Village dove sono stati battuti tutti i record

Un intervento portafortuna quello di Bruno Vespa al NapoliPizzaVillage, in occasione della sua partecipazione a “Scuola di Pizza casa Rossopomodoro”. Il conduttore televisivo del talkshow Porta a Porta, dopo aver sottoscritto la World Petition...

Un intervento portafortuna quello di Bruno Vespa al NapoliPizzaVillage, in occasione della sua partecipazione a "Scuola di Pizza casa Rossopomodoro". Il conduttore televisivo del talkshow Porta a Porta, dopo aver sottoscritto la World Petition #pizzaUnesco per la raccolta di 1 milione di firme al fine di sostenere la candidatura italiana all'Unesco dell'Arte dei pizzaiuoli napoletani come bene immateriale dell'Umanità, ha lanciato un augurio alla pizzaiuola Teresa Iorio in vista della finale del Campionato Mondiale. Alle 3 del mattino, orario conclusivo del Campionato iridato, Teresa Iorio si è laureata campionessa mondiale aggiudicandosi il Trofeo Caputo. Nel pomeriggio del primo giorno è arrivata la visita gradita ai partecipanti al campionato, anche del Sindaco De Magistris, che ha ringraziato gli organizzatori per quanto hanno fatto e soprattutto ha lanciato il forte appello per il riconoscimento come bene immateriale dell'Unesco alla Pizza napoletana.

"Una vittoria che dedico a mia mamma Anna che da lassù mi ha aiutata - afferma esausta la titolare della pizzeria napoletana Teresa Le figlie di Iorio -, un successo che giunge dopo 20 anni di attività iniziata a soli 12 anni. La gioia è talmente tanta che con i miei amici e parenti festeggerò per giorni, ma ora devo tornare a casa a fare una doccia perché alle 6 devo aprire la pizzeria".

Prima donna ad aggiudicarsi il titolo della categoria Pizza STG, la più importante, dopo ben 14 anni di potere maschile, spodesta un altro napoletano che ha vinto lo scorso anno: Valentino Libro. A farle compagnia ancora due donne nelle altre 7 categorie in gara: Rosaria Magnetti (Pizza senza glutine) e Adriana Avallone (Pizza di stagione), a dimostrazione che il mondiale non parla più solo al maschile.

Teresa Iorio, sorella della nota cantante Immacolata in arte Valentina Stella, è la diciannovesima di 20 figli di papà Ernesto che ha fondato la pizzeria in via Conte Olivares 73 vicino piazza Borsa a Napoli. Oggi è lei, con due sorelle e due nipoti, a portare avanti l'eredità professionale.

Prosegue intanto il NapoliPizzaVillage chiuderà i battenti domenica 6

Questi i vincitori del "XIV Campionato Mondiale del Pizzaiuolo - Trofeo Caputo" che ha visto Lidia Bastianich presiedere la giuria:

Trofeo Caputo pizza STG 1° Teresa Iorio 2° Giulio Russo 3° Juka Oda

Pizza Classica 1° Lee Yoong Woo 2° Crescenzo Capuozzo 3° Maurizio Iannicelli

Pizza senza glutine 1° Rosaria Magnetti 2° Francesco Catapano 3° Michele Maresca

Pizza in pala (a metro) 1° Ciro Maglietta 2° Francesco Catapano 3° Michele Maresca

Pizza di stagione 1° Adriana Avallone 2° Yusuke Noma 3° Alessio Cavoto

Pizza in teglia 1°Vincenzo Gagliardi 2° Sonia Mariani 3° Claudio Bono

Pizza acrobatica 1° Umberto Costanzo (Freestyle) 1° Daniele Pasini (pizza veloce 47'' e pizza larga)

Pizzaiuolo junior 1° Antonio Izzo

Premio Rossopomodoro, al miglior pizzaiuolo della catena di ristorazione:

1° Angelo Pezzella (largo Argentina) 2° Guido Avino (Pontecagnano) 3° Paolo Pancia (Milano Largo Foppa)

Quest'anno, inoltre sono stati frantumati tutti i record soprattutto quello delle presenze, che ha visto la partecipazione, anche perché favorito dal bel tempo, di circa 700 mila persone.

Denominazione: Caputo Napoli Pizza Village (V edizione)

Luogo: Napoli, Lungomare Caracciolo (accessi: piazza della Repubblica, Lungomare

Caracciolo, Villa Comunale)

Data: da martedì 1 a domenica 6 settembre 2015

Orari: dalle 18.00 alle 24.00

Ingresso: gratuito

Partecipanti : 50 pizzerie storiche napoletane

Area evento: 30.000 metri quadrati - 24.500 posti a sedere (in 4/5 turni giornalieri)

Eventi collaterali Campionato Mondiale del Pizzaiuolo (1 e 2 settembre - Rotonda Diaz )

Coupon: pizza, bibita, dolce o gelato, caffè (Euro 12)

Promosso da: APN: Associazione Pizzaiuoli Napoletani

Logistica: Oramata srl

Sostegno: Comune di Napoli: quale manifestazione di rilevanza per il territorio ed

inserita in elenco di eventi ufficiali dell'Ente

Patrocinio: Alto Patronato Presidente della Repubblica Italiana, Ministero delle Politiche

Agricole e Forestali, Comune di Napoli, Regione Campania

In partnership con: Trenitalia-Frecciarossa, Meridiana, Air Berlin

Sponsor: Molino Caputo, Ferrarelle, Nastro Azzurro, Pepsi, Algida, Olio Basso, Ciao pomodori Latticini Orchidea, Caffè Kenon, Forni Izzo, Forni Magliano, GI-Metal, Music & Light.

Dati edizioni precedenti:

2011 Mostra d'Oltremare: 20 pizzerie - 1.600 posti a sedere - 55mila pizze - 100mila presenze

2012 Lungomare Caracciolo: 36 pizzerie - 3.000 posti a sedere - 75mila pizze - 280mila presenze

2013 Lungomare Caracciolo: 45 pizzerie - 4.400 posti a sedere - 100mila pizze - 500mila presenze

2014 Lungomare Caracciolo: 50 pizzerie - 4.700 posti a sedere - 100mila pizze - 500mila presenze

Questa grande kermesse pizzaiola è stata organizzata dall'Associazione Pizzaioli napoletani presieduta da Sergio Miccù che ha presentato i vincitori di tutte le categorie Giancarlo Flavi
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento