Dalla Ciociaria a Bruxelles, nasce l'associazione PIUE con il sostegno del presidente Tajani

Il direttore Giancarlo Flavi ha presentato ai residenti in Belgio il giornale PIUE e la linea editoriale per far conoscere di più l’Europa nel mondo

Presso la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, nel ricevere una delegazione di giornalisti facenti parte dell’Associazione PIE ( Pubblicisti Italiani Europei) guidati dal Gen. Carlo Felice Corsetti e dal Gen. Alessandro Butticè ha rilanciato di “verificare sempre le notizie e di stare molto attenti alle fake news, che devono essere contrastate con la verita dei fatti”. Il Presidente quindi, ha ricevuto i soci fondatori dell’Associazione Pubblicisti Italiani Uniti per l’Europa (PIUE), e la redazione della sua costola editoriale, il quindicinale pro europeo e paneuropeo “Più Europei”.

I presenti all’incontro

Presenti all’incontro anche il presidente di PIUE e direttore editoriale di Più Europei, Carlo Felice Corsetti, il vicepresidente per l’Europa dell’associazione e condirettore della rivista, Alessandro Butticé, il vice presidente di PIUE e vice direttore di Più Europei, Rodolfo Martinelli Carraresi, il direttore responsabile di Più Europei e tesoriere di PIUE, Giancarlo Flavi (giornalista di frosinonetoday.it) , il consigliere dell’associazione e redattore, Lorenzo Pisoni e l’esperto sindacale dell’Associazione Stampa Romana, Giovanni Venditti. All’incontro ha partecipato anche - a testimonianza della proiezione internazionale dI PIUE e della rivista - la giornalista bulgara Reneta Nikolova, presidente dell’associazione dei giornalisti contro la corruzione.

Sostegno alla categoria dei pubblicisti

L’associazione PIUE - PUBBLICISTI ITALIANI UNITI per l’EUROPA - nata dall’idea di alcuni pubblicisti a vario titolo impegnati nella vita delle Istituzioni europee a Bruxelles e in Italia - ha tra i suoi scopi il sostegno alla categoria dei giornalisti e dei comunicatori, con particolare attenzione a diritti, garanzie, tutele professionali, opportunità e rispetto.

L’obiettivo di “Piu Europei”

Il quindicinale “Più Europei” si pone come obiettivo quello di contribuire a ridurre la distanza che separa il mondo dell’informazione, compresi giornalisti e comunicatori istituzionali, dall’Europa, vista ancora, dai fondatori, come unico baluardo di pace, libertà, sicurezza e, nonostante la crisi che ha attanagliato in questi anni il continente, anche di prosperità.

Il Presidente Tajani contro le fake news

Il Presidente Tajani, nel porgere il suo augurio di buon lavoro all’Associazione e alla redazione del nuovo giornale, ha auspicato un impegno anche nel contenimento e nel contrasto delle fake news, che pongono un limite al diritto dei cittadini di essere correttamente informati. E questo vale anche per le tematiche di carattere europeo.

L’iniziative presentate anche al pubblico italiano residente in Belgio

 Le stesse iniziative associative ed editoriali sono state ufficialmente presentate, ad altri giornalisti ed  al pubblico residente in Belgio, presso la locale Rappresentanza della Commissione Europea. Grande l’interesse suscitato dal dibattito che è seguito all’esposizione degli scopi e finalità delle iniziative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento