Carpineto, “A Cena dal Cardinale” apre la XXVI° Edizione del Pallio della Carriera

Il sindaco Battisti conferma “Sarà una serata dedicata al recupero della memoria e della tradizione del nostro territorio. Un evento dove arte, cultura e gastronomia si intrecceranno dando vita a uno spettacolo unico”

Carpineto Romano, venerdì 20 luglio, inaugura la XXVI° edizione del “Pallio della Carriera”, la storica corsa all’anello che si corre fin dal lontano XVI°secolo. I festeggiamenti inizieranno con l'invito “A cena dal Cardinale”, rievocazione gastronomica in costume di un sontuoso banchetto del XVII° secolo che, come da tradizione, apre la stagione dell'estate Carpinetana.

Il commento del sindaco Battisti

“Sarà una serata dedicata al recupero della memoria e della tradizione del nostro territorio. Un evento dove arte, cultura e gastronomia si intrecceranno dando vita a uno spettacolo unico” dichiara il Sindaco di Carpineto Romano, Matteo Battisti “Un ringraziamento va a tutti i volontari che ogni anno con impegno e volontà organizzano l'intera manifestazione.”

La rievocazione storica

Figura centrale della rievocazione è il Cardinale Pietro Aldobrandini (1571-1621), nipote di Papa Clemente VIII (al secolo Ippolito Aldobrandini, 1592-1605) e fratello di Donna Olimpia (1567-1637), Signora di Carpineto, che amava chiamare il “suo bello stato”. Il Seicento è l’epoca d’oro di Carpineto, che grazie agli interventi adottati per migliorare le condizioni di vita del paese, interventi caldeggiati proprio dal cardinal Aldobrandini, vide modificare il suo tessuto urbano, la cui opera principale fu l'ideazione e la costruzione della Chiesa di San Pietro e dell'annesso convento, affidato ai francescani, che divenne un importante luogo di studi filosofici e teologici e dove soggiornò San Carlo da Sezze. Per questo complesso monastico, il Cardinale commissionò i due quadri esposti nella chiesa di S. Pietro di scuola caravaggesca: "Le Stimmate di S. Francesco " di Simon Vouet e "L'Immacolata Concezione" di Fra' Diego da Tavello, ma soprattutto il “San Francesco in meditazione” di Caravaggio (opera della quale si auspica presto la restituzione da parte delle Belle Arti). Il cardinale Pietro Aldobrandini si fece allestire qui un appartamento ove alloggiava nelle sue visite a Carpineto e nel chiostro del convento, impreziosito da 28 lunette affrescate da Francesco Serbucci di Tivoli nel XVII secolo con la “storia di San Francesco”, era solito ricevere gli invitati. Il numero e la qualità delle portate è frutto di attente ricerche storiche ed il menù della serata sarà ispirato dai 37 conviti descritti ne “Lo scalco prattico” di Vittorio Lancellotti da Camerino, pubblicato a Roma nel 1627 “appresso Francesco Corbelletti”: Vittorio Lancellotti era uno dei più rinomati chef dell’epoca e viene ricordato come cuoco o "scalco del cardinal Pietro Aldobrandino di gloriosa memoria”: ideatore e artefice di solenni imbandigioni, lo “scalco” oltre che cuoco era anche il “regista” dei banchetti perché a lui competeva pure la scenografia del convito, con le varie invenzioni e suggestioni destinate a catturare l’attenzione dei commensali. Il menù approntato ogni anno a rotazione dallo staff delle hostarie rionali, quest’anno è stato affidato ai cuochi del Rione “San Pietro”:

Il menù

I servitio freddo

Fracosta Marinata alle herbette lepine e Pannunta Pisegli e Caso ( Pan’unto Piselli e formaggio )

I servitio caldo

Brodetto di radici e tuberi, Gnocchi lonchi tartufolati co’ farni ( Gnocchi lunghi con tartufo e funghi )

I servitio di cucina

Porchitto niro lepino abbrustolato e patate ( Maialino nero lepino al forno con patate )

II servitio di cucina

Peco aglio callaro ( Bollito di pecora )

Cicoria

Servitio di credenza

Ficora e Persiche ( Fichi e Pesche )

Dolci

Torta di mele e crostate

Et dulcis in fundo

Moka orientale, calda bevanda Cantata con accompagno di grappa et brindisi finale.

Le parole del presidente Cacciotti e dell'assessore alla cultura Campagna

“A Cena dal Cardinale è uno degli eventi più esclusivi nella programmazione del Pallio” dichiara il Presidente dell'Ente Pallio della Carriera, Roberto CacciottiAnche quest’anno, l'idea di aprire al pubblico la cena si è rivelata una mossa vincente. In poco tempo, tutti i posti a disposizione sono stati prenotati. Quest’anno l’offerta eno-gastronomica sarà a cura del Rione San Pietro con la coordinazione del giovane chef carpinetano Francesco Centi. ”  “E' anche grazie al lavoro svolto dalle associazioni vicine al Pallio che si è potuti raggiungere questi fantastici risultati” conclude l'Assessore alla Cultura, Noemi Campagna “Venerdì si aprirà anche l'Estate carpinetana dove non mancheranno arte, musica, spettacoli e tradizione.”

Il convito, allietato da musiche originali del ‘600, sarà preceduto dalla sfilata del treno storico del Pallio, con il Cardinale Aldobrandini e i suoi dignitari, Donna Olimpia il suo consorte Gian Francesco Aldobrandini, il Governatore e consorte ed altri scelti personaggi della vita del paese. Ed il Pallio di quest’anno sarà opera di Titti Garelli, www.tittigarelli.com. Le sue opere sono frutto dell’unione di una tecnica sublime e di una grande erudizione che suscitano un sentimento di incanto e meraviglia.

Le opere saranno visibili in una personale che si inaugurerà il 29 luglio presso la Galleria d’arte “la Girandola” a Carpineto Romano. 

Foto a cura di Giacomo Colaluca

Info: www.palliodellacarriera.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

         www.carpinetoromano.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento