Carpineto Romano, jo Laco con Emanuele Carpineti e Cash si aggiudica il Pallio della Carriera (foto)

Nonostante il tempo incerto, bellissima la cornice di pubblico di circa cinque mila persone sia durante la sfilata del corteo storico e per la sfida equestre

Per il terzo anno consecutivo il rione “Jo Laco” con il cavaliere Emanuele Carpineti che ha centrato 4 anelli su 5 (ognuno ha un diametro di 4 centimetri ed è piantato ad una altezza di 2, 28 metri da terra)  si è aggiudicato il Pallio della Carriera edizione 2018 svoltosi di fronte a circa 5000 persone, nonostante il tempo incerto domenica pomeriggio a Carpineto Romano.

Una partecipazione davvero corale anche per la sfilata dei bellissimi costumi storici (che potete vedere nel filmato in basso). Quest’anno l’abito indossato da Donna Olimpia è stato impersonato dalla bellissima Giulia Gonnella, accompagnata dal suo principe impersonato da Damiano Ricci. Entra gli abiti sono stati realizzati dal rione San Pietro. Abiti veramente eleganti disegnati e realizzati insieme alle sarte del rione dalla Sig.ra  Tiziana Mastromatteo.

Una sfilata che a causa del tempo incerto è stata ridotta nel percorso ma davvero, come accennato in precedenza, molto partecipata sia dai figuranti che dalla popolazione. Gli sbandieratori di Carpineto Romano hanno portato con loro anche le piccole nuove leve. Molto applauditi gli “utteri” (bambini) vestiti da ciociaretti con le ciocie ai piedi che ballavano il saltarello.

Il corteo storico è stato aperto da una coppia di Carabinieri a Cavallo accolti al campo “de Li giochi”i dal Capitano Ettore Pagnano (comandante della compagnia di Colleferro).

Ma veniamo al tradizionale Pallio della Carriera che una volta si svolgeva lungo “Jo  curso” con i cavalli sfrenati e difficili da controllare e che oggi sembra essere diventato una vera gara equestre. Una gara che ha visto il Cavaliere Emanuele Carpineti (detto Lele) su Special Cash del Rione Jo Laco vincere nonostante l’errore al quarto assalto ed i tempi iniziali un po’ troppo alti. Piazza d’onore per il Rione Sant’Agostino con il cavaliere Roberto Marchioni con tre anelli, poi terzo posto con due anelli per il Rione San Gnaco con Fabrizio Lorenzi e il Rione San Pietro con Massimiliano Luteri.  Poi con un solo anello gli altri rioni: jo Curso con Michele Pellegrini,  Rione jo Casteglio con Enrico Turco e il Rione Jo Moro con Daniele  Cretaro.

Le cantine aldobrandine aperte dal 20 agosto fino al 1 settembre hanno richiamato circa 1.500 persone a sera, tranne la sera in cui e morto quel ragazzo, con il tragico incidente. Tra gli invitati i rappresentanti dei paesi di altri Palii del Lazio tra i quali Priverno e le autorità accolte dal Sindaco Matteo Battisti  che ha coordinato il tutto insieme al suo assessore alla cultura, l’On. Maria Spena, ed i Consiglieri Regionali Salvatore La Penna di Sezze, ed Eleonora Mattia. Il Capitano Ettore Pagnano, l’ispettore Capo Massimo Bruni, del Commissariato di PS, il presidente della Compagnia dei Lepini Quirino Briganti e altri assessori comunali locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento