rotate-mobile
Cultura Cassino

Cassino, Natale Solidale atto finale: Cabiria - Festival del Circo Contemporaneo 2.0

Questa edizione della manifestazione ha ospitato il Teatro Kappao che da anni incentra la sua Poetica sulla contaminazione artistica e innovativa dei linguaggi del contemporaneo

C’è ancora tempo, spazio e materia! C’è ancora voglia, volontà e amore per immaginare e costruire una grande festa! Il tempo, i tempi sono particolarmente duri sotto tanti punti di vista, ma proprio per questo è ancora più importante continuare a far festa, fare festival, fare cultura per combattere l’oscurità della vita, per combattere contro tutto ciò che cerca di schiacciare la nostra umanità, per affermare il diritto ad essere felici.

Il Covid ha limitato Cabiria2.0 ma non lo ha fermato

“Mi sono chiesto – spiega il direttore artistico Gianluca Terenzi come sarebbe stata una festività natalizia senza Cabiria, la risposta, ovvia, non sarebbe stato Natale. Per questo ho pensato di crescere, sfidare il periodo difficile e cogliere l’anima del festival, la sua sintesi più perfetta, per creare un evento nuovo, diverso, unico nel suo genere. Un evento ad emozioni forti, nella sua identità artistica e visiva. Un evento fortemente voluto dalla regione Lazio e dal Comune di Cassino, nell’ambito del contenitore “Natale solidale…Cassino comunità inclusiva”.

"Ci tenevamo a fare in modo che il festival Cabiria nato lo scorso anno, nonostante le difficoltà del periodo che stiamo vivendo, riuscisse ad essere rappresentato - spiega l'assessore alla Cultura del Comune di Cassino Danilo Grossi. E lo abbiamo fatto naturalmente senza il pubblico che lo scorso anno ha attraversato le strade del centro il giorno dell'epifania, ma lo abbiamo voluto fare con un progetto particolare. Con uno stile un po' diverso dal solito, forse più felliniano,  all'interno della Rocca Janula, sempre più simbolo della città di Cassino. E questa edizione che sarà possibile visionare solo on line, è anche una dimostrazione che la cultura non si ferma di fronte alle avversità ed una occasione per gli operatori, per fare in modo che possano continuare a produrre arte e cultura, oltre che una bellissima promozione del territorio - conclude Grossi.

Cabiria festival natalizio del circo contemporaneo è stata una rassegna attenta alla ricerca della tradizione e parallelamente alla modernità della musica e del teatro di strada. Un festival come osservatorio sui processi inediti di elaborazione artistica, un centro in cui sia stato possibile sperimentare mettendo in rapporto, mutevole e costante, la tradizione e la contemporaneità.

Questa edizione della manifestazione ha ospitato il Teatro Kappao che da anni incentra la sua Poetica sulla contaminazione artistica e innovativa dei linguaggi del contemporaneo.

Con la performance site specific “Cabiria / Circus”, una video-performance che incontra tracce e richiami felliniani, rielaborando il linguaggio diventa “Altra” espressione, mettendo in relazione teatro, danza, musica e circo nella loro massima contemporaneità, e amplia lo sguardo verso nuovi linguaggi innovativi grazie all’utilizzo di pedane sonore che diventano strumento “suonato” dal vivo, creando suggestioni, ambientazioni e nuove drammaturgie. Un nuovo modo per abitare i luoghi.

L’evento, esclusivamente in streaming nel rispetto delle normative anti-covid, è stato prodotto e messo in scena per l’occasione dal Tetro Kappao, con la regia di Gianni Tudino, musiche originali e sonorizzazioni di Vito Cardellicchio e Gianni Tudino, con i performer Antonella Carpino, Ivano Salipante e Roberta Tafuri e la partecipazione straordinaria di Brillo Funambolo.

Con le riprese e il montaggio video a cura di Tiresia Film, la performance prende vita in un luogo speciale e meraviglioso come la Rocca Janula (zona di grande interesse archeologico) di Cassino.

Su il sipario e buona visione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, Natale Solidale atto finale: Cabiria - Festival del Circo Contemporaneo 2.0

FrosinoneToday è in caricamento