menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassino, grande partecipazione alla presentazione del "Viaggio della Memoria 2020"

Emozionanti i messaggi inviati dalla Senatrice Liliana Segre, dal Presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini e da Fabrizio Negroni responsabile comunicazione e sicurezza della comunità ebraica romana Beth Hillel

Grande partecipazione alla conferenza stampa di presentazione del Viaggio della Memoria 2020 organizzato dalla associazione Cassino Città per la pace in collaborazione con il Comune di Cassino.

Un viaggio fortemente voluto dall' associazione che ha trovato condivisione in un gran numero di Enti ed imprese che hanno reso possibile offrire ben 11 borse di studio che permetteranno ad altrettanti ragazzi dal primo al quattro aprile prossimo di visitare il campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau offrendo a loro, e non solo, una esperienza indimenticabile un luogo simbolo della storia e della barbarie umana.

Numerosi gli interventi di spessore, moderati dal Presidente Marino Fardelli, ad iniziare da quello del Sindaco di Cassino Enzo Salera, dagli Assessori alla cultura ed all’istruzione Danilo Grossi e Maria Concetta Tamburrini che hanno messo in risalto l’alto valore della giornata odierna ricordando quale è il valore della memoria per costruire un futuro migliore evitando di ripetere gli errori del passato.

Una testimonianza dell’impegno delle Istituzioni nel mantener vivo il ricordo di quei tragici fatti che hanno duramente segnato anche il nostro territorio è stata resa dal Vice presidente della Provincia di Frosinone con delega alla promozione e patrimonio storico culturale affermando che ricordare vuol dire combattere l’odio razziale ovunque si trovi e in qualunque forma si presenti ed essere pronti a difendere le persone e la loro dignità, il bene più prezioso.

Il Sindaco di Vallerotonda, Giovanni Di Meo, nel suo intervento ha ricordato come il nostro territorio sia legato alle sofferenze belliche citando la Strage di Collelungo dove vennero barbaramente trucidati dai nazisti 42 civili in maggioranza donne e bambini ed ha invitato i Sindaci ad intitolate una strada o una piazza in memoria di quei martiri. Emozionanti sono stati i messaggi di apprezzamento dell’iniziativa inviati dalla Senatrice Liliana Segre, dal Presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini e da Fabrizio Negroni responsabile comunicazione e sicurezza della comunità ebraica romana Beth Hillel.

Questo, in particolare, il messaggio della senatrice Liliana Segre sopravvissuta ai campi di concentramento: "Saluto con vero piacere tutti i partecipanti al Giorno della Memoria 2020 a Cassino e Montecassino e tutte le ragazze e ragazzi che ad aprile parteciperanno al “Viaggio della Memoria” verso Auschwitz e Tychy. Purtroppo non potrò essere tra voi il 27 gennaio, ma ci tengo vi giungano i sensi della mia vicinanza e partecipazione. So che l' iniziativa coinvolge tante scuole, ma anche gli enti locali e il territorio. È un fatto importante perché permette a ragazze e ragazzi, ma poi ai cittadini tutti di vivere momenti di conoscenza, di approfondimento, di esperienza comune e riflessione, ma soprattutto di imparare a combattere i rischi sempre incombenti dell’ignoranza e dell’indifferenza. Nessuno più di me è sensibile al tema dell’indifferenza. Quando fu inaugurato il Memoriale della Shoah di Milano chiesi che fosse scolpita a caratteri cubitali proprio la parola “Indifferenza” sul muro del binario 21, quello da cui partivano i vagoni piombati verso i campi di sterminio nazisti. Quando infatti nel 1943 partimmo ammassati in un carro bestiame sentimmo su di noi proprio il vento gelido dell’indifferenza, la lontananza della nostra città e dei nostri concittadini. Indifferenza è quando nessuno ti parla, nessuno ti vede, nessuno ti pensa, nessuno ti aiuta, tutti voltano la testa dall’altra parte. E invece appunto bisogna conoscere, denunciare, reagire. Auguro dunque che anche il vostro territorio, la vostra società, ciascuno di voi sia forte abbastanza per impegnarsi in prima persona nel respingere i pericoli del razzismo, dell’antisemitismo, della xenofobia che purtroppo sono ancor oggi si nascondono fra noi e intorno a noi. Ricordate sempre l’ammonimento di Primo Levi: “attenzione, perché è avvenuto e può avvenire di nuovo”.

Numerosi gli studenti ed i rappresentanti degli istituti scolastici presenti che hanno potuto apprezzare anche una mostra sulla Shoah allestita dagli studenti del Liceo Artistico di Cassino. Agli undici ragazzi vincitori della borsa di studio Pino Valente, dell’associazione Albergatori Parco di Montecassino Linea Gustav, ha donato il papavero di Cassino quale simbolo di rinascita da diffondere come messaggio di pace che parte da Cassino e si dirama in tutto il mondo. La conferenza stampa si è conclusa con una cerimonia presso le Pietre d’Inciampo dove è stato deposto un mazzo di fiori in ricordo di tutte le vittime della Shoah.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento