menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castro dei Volsci, tutto pronto per la giornata FAI d’autunno

L'evento è previsto il 14 ottobre con un itinerario dedicato all’arte, all’ architettura con aperture eccezionali anche di luoghi normalmente chiusi al pubblico

La Delegazione Provinciale FAI di Frosinone in collaborazione con il Comune di Castro dei Volsci, in occasione dell’ importante evento nazionale della Fondazione, propone un itinerario dedicato all’arte, all’ architettura  ed alle antiche testimonianze per scoprire le bellezze del nostro territorio  con aperture eccezionali  anche di luoghi normalmente chiusi al pubblico.

La meta ciociara

La meta privilegiata per questo autunno è il Borgo medievale  di Castro dei Volsci, arroccato sull’ultimo sperone dei Monti Ausoni, proteso verso la Catena dei Monti Lepini,  all’ interno della Valle del Sacco . Un Paese che ritrova la propria identità in un grande evento festoso al quale il FAI ed l’Amministrazione civica invitano  tutti a partecipare. Le aperture delle Giornate FAI d’Autunno di domenica 14 ottobre 2018, raccontano con la loro straordinaria varietà un’Italia che sempre di più si riconosce nella vastità del suo patrimonio culturale e nella ricchezza della sua storia.

L'itinerario

L’itinerario tracciato riguarda  i luoghi emblematici del vissuto di Castro dei Volsci con testimonianze d’interesse storico e artistico davvero uniche che raccontano  la storia, il gusto artistico, le antiche istituzioni perchè, solo con la conoscenza, una comunità si riappropria di quella identità storica e culturale indispensabile per una piena partecipazione alla vita civile. I visitatori potranno avvalersi anche quest’anno della guida degli Apprendisti Cicerone, giovani studenti degli Istituti superiori di Frosinone, Veroli e Sora che illustreranno aspetti storici e artistici delle chiese e dei monumenti di Castro dei Volsci . Sarà possibile pertanto visitare: il Museo Civico Archeologico di Castro dei Volsci, l’area Archeologica del Casale di Madonna del Piano, la Chiesa di Santa Maria  (XII sec. ) la Torre dell’Orologio con la mostra permanente NiNo Manfredi, la Chiesa di Sant’Oliva (XII sec.) il Belvedere della Rocca di San éietro con il Monumento alla Mamma Ciociara, la Bafia di San Nicola (XI sec. ) la Chiesa della Madonna del Buon Consiglio (aperta in via del tutto eccezionale per i soci FAI) e la Mostra “Le opere del Gran Tour, artisti viaggiatori nella campagna romana di fine ‘800”, in esclusiva per i soci FAI. Proveniente dalla Collezione privata di Bartolomeo Bracaglia.   Molte delle opere inserite in questo percorso solitamente non sono fruibili  al pubblico poiché ubicate in spazi privati o prevalentemente riservati agli addetti ai lavori ed  eccezionalmente sono visitabili in occasione delle Giornate FAI d’ Autunno.  A partire dal primo pomeriggio in Piazza IV Novembre sarà possibile anche assistere alla  performance musicale del M° Mario Capuani. Inoltre tutto il percorso della Via Civita e via dell’Orologio sarà animato dagli artigiani al lavoro nelle Botteghe medievali denominate “le Botteghe della Regina Camilla” che presenteranno uno spaccato di vita reale destorificato e calato in un tempo in cui  ricchezza e  bellezza  erano  affidate all’abilità manuale.  

I patrocini e le collaborazioni

La giornata FAI del 14 inoltre ricade al termine di una serie di iniziative culturali e turistiche messe in atto dall’Amministrazione locale per il rilancio e potenziamento turistico del Borgo, da qualche anno insignito del riconoscimento  nel Club I Borghi più Belli d’Italia. Infatti il 14 ottobre si celebra anche la Domenica nel Borgo Istituzionale del Club, che prevede su tutto il territorio nazionale un programma concordato. Le Giornate FAI  sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti FAI – e a chi si iscrive durante l’evento - poichè sostengono la Fondazione con partecipazione e concretezza.Per l’organizzazione di questo evento  i promotori si fregiano del patrocinio della Regione Lazio e della Provincia di Frosinone, della XXI Comunità Montana dei Monti Lepini ed Ausoni e Valliva , del Parco Naturale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi , del Club i Borghi piu Belli d’Italia,  oltre che della collaborazione dell'Associazione Pro Loco di Castro dei Volsci, attiva 365 giorni l'anno e che nel tempo ha assunto il ruolo di Ufficio di Informazione ed Accoglienza Turistica, nonché dell’Ass.ne Culturale la Scarana O.D.V.  e dei Royal Wolf Rangers D’Italia, locale sezione di Protezione Civile.

Alla conferenza stampa tenutasi venerdì 5 Ottobre presso la Sala Consiliare del Comune di Castro dei Voslci sono intervenuti, tra gli altri, il Capo delegazione Fai Frosinone Arch. Luigi Spaziani, la Prof.ssa Teresa Pallagrosi, il Sindaco Dott. Massimo Lombardi, l'Assessore alla Cultura Pier Luigi Normalenti e Bartolomeo Bracaglia, proprietario della collezione in mostra per l'occasione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento