Ceccano, al liceo gli studenti costruiscono il laboratorio di biologia

Sono in 28 gli alunni coinvolti nel progetto “Fuoriclasse” della Regione Lazio, vincitore dell'ultimo bando regionale dal tema “BiolittleHack”

Cellulosa, alga spirulina, penicillina, fermenti lattici, acido acetico e acido citrico, funghi, batteri, alghe, il biohacking al Liceo. Ecco i materiali con cui si stanno confrontando 28 studenti del Liceo di Ceccano impegnati nella produzione di materiali biologici in un laboratorio autoprodotto. Sono i 28 alunni coinvolti nel progetto “Fuoriclasse” della Regione Lazio, vincitore dell'ultimo bando regionale.

I ragazzi, sotto la guida di esperti e tutor, stanno costruendo un laboratorio di BioHacking nella loro scuola, contribuendo così alla rivoluzione biotecnologica in atto. Secondo molti esperti, infatti, questa nuova metodologia di rapportarsi alla biologia, nei prossimi decenni genererà un impatto simile a quello che i Pc e Internet hanno avuto nella  società a partire dagli anni ottanta. Far partecipare gli studenti a questa trasformazione epocale è l'ambizioso obiettivo del progetto “BiolittleHack”, messo in campo dal Liceo scientifico e linguistico di Ceccano. Il risultato finale del progetto è infatti la realizzazione di un piccolo laboratorio di biologia autoprodotto, utilizzando le macchine e gli spazi del FabLab Ferentino. Gli studenti ceccanesi saranno quindi in grado di progettare, crescere ed estrarre i biomateriali usando solo hardware open source autocostruito, in autonomia, sperimentando le idee e condividendone i risultati con gli altri. Durante il percorso, gli studenti utilizzeranno organismi naturali e non patogeni, utilizzando solo materiali di recupero e autocostruiti. Il laboratorio sarà composto da incubatori, agitatori, centrifughe, bioreattori, spettrofotometri e microscopi. Le possibili applicazioni sono numerose, soprattutto nell’ambito della produzione di biomateriali; si potranno realizzare, per esempio, profumi, inchiostri, filamenti per tessile, ecc...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È la prima volta in Italia che una Biohack Academy viene realizzata all'interno di una scuola pubblica. Ingegneri e biologi molecolari hanno infatti trasformato la biologia in una disciplina progettuale, ma negli ultimi tempi, designer, makers, cittadini e “non addetti ai lavori” hanno iniziato a plasmarne le sue applicazioni. Eppure sono pochissimi i corsi che danno le basi della biologia cellulare e molecolare a persone che non hanno studiato queste discipline. Da oggi, al Liceo di Ceccano, sarà possibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento