Ceccano, grande successo per la 13esima edizione del Dieciminuti Film Festival

La manifestazione svoltasi tra Ceccano e Frosinone ha visto ospiti di rilievo nazionale ed internazionale. Grande soddisfazione degli organizzatori dell'associazione Indiegesta

Numeri importanti e pienone in tutte le serate distinguono la 13esima edizione del Dieciminuti Film Festival, la rassegna internazionale di cinema breve, ideata e organizzata dall’associazione IndieGesta di Ceccano. Il bilancio p stato in tutto e per tutto positivo.

I vincitori

From Hasakah with love’ di Mohamad Farahani è il film breve vincitore della 13esima edizione del Dieciminuti Film Festival. Il corto è stato scelto tra i finalisti (dopo la selezione tra i 1100 iscritti) del concorso internazionale ideato dall’associazione IndieGesta di Ceccano. La Giuria Popolare (presieduta dai registi Matteo Botrugno e Daniele Coluccini e composta da Giancarlo Ruggiero, Marco Alboreto, Federica Aceto, Chiara Gianesini, Nicola D’Amore, Antonella Colapietro, Maria Teresa Cecconi, Fabiola De Luca, Luisa Coppolaro, Alessandro Rossi e Graziano Molinari, quest’ultimo in rappresentanza di IndieGesta), ha deciso tra i corti della Selezione Ufficiale e delle sezioni Extralarge e Doc10. Per la sezione Animazioni la scelta è stata dei giurati Andrea Bozzetto, Valentina Mazzola ed Emanuele De Sanctis (in rappresentanza dell’associazione IndieGesta).

Di seguito la lista dei vincitori:

OFFICIAL SELECTION

  • From Hasakah with Love di Mohammad Farahani (Iran)

EXTRALARGE

  • Ice di Anna Hints (Estonia)

ANIMATIONS

  • Deuspi di Megacomputeur (Francia)

DOC10

  • Maram di SamerBeyhum (Libano)

MIGLIOR INTERPRETE MASCHILE

  • Jimi YlÖstalo Fantasia di Teemu Nikki (Finlandia)

MIGLIOR INTERPRETE FEMMINILE

  • Sha Cage per New Neighbors di E.G. Bailey (U.S.A.)

 MIGLIOR FOTOGRAFIA

  • Backstory di Joschka Laukeninks (Germania)

 MIGLIOR MONTAGGIO

  • Fu di Ilya Aksenov (Russia)

 MIGLIORE SCENEGGIATURA

– Café nunca es café di Eduardo Ovejero (Spagna)

Il commento dell'associazione Indiegesta

"Diceva Nelson Mandela che cominciare una rivoluzione è facile, è il portarla avanti che è molto difficile. Questo festival aggiunge un tassello importante al nostro percorso rivoluzionario: i bambini. Uno dei ricordi che non riusciremo mai più a cancellare dalla nostra memoria saranno i trecento bambini urlanti che hanno assistito alla Masterclass sull’animazione di Andrea Bozzetto e Valentina Mazzola, “genitori” della serie “Topo Tip”. Un entusiasmo vivo, vero, energico, che ci ha scaldato il cuore e dimostrato che la rotta da seguire passa per le radici più fragili, quelle che spuntano appena. Abbiamo iniziato ad innaffiare quelle radici, per farle crescere, e non ci fermeremo."

Un momento di svolta interiore

"Questo festival ha rappresentato per noi un momento di svolta interiore. Ci siamo strutturati, abbiamo definito meglio i ruoli dei 48 volontari, abbiamo cercato di investire sui due mesi di tempo aggiuntivi (ottenuti spostando il DFF da gennaio a marzo) per arrivare pronti e senza sbavature all’appuntamento, e ci siamo riusciti. Ogni ospite, ogni spettatore che si è fermato a parlare con noi, ha notato un ritorno del clima elettrico ma al tempo stesso familiare e accogliente che solo la magia del DFF riesce a trasmettere."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ringraziamenti e partecipazioni importanti

"Questo festival ci ha dato l’opportunità di conoscere persone straordinarie, partendo dai docenti delle masterclass: Simone Laudiero, Valerio Vestoso, Andrea Bozzetto e Valentina Mazzola; passando per gli ospiti: Walter Bianchi, Gigione, Andrey Maslenkin, e i premiati: Mohammad Farahani, Anna Hints, Samer Beyhum, Eduardo Ovejero, Jesus Soria, Lashon Hampton. Un grazie particolare anche ad Ilaria Ferri e Serena Ritarossi. Ognuno di loro ci ha trasmesso qualcosa che porteremo per sempre con noi. Questo festival ci ha fatto incontrare due persone straordinarie come Antonia Grimaldi e Marco Cesaro, i più stretti collaboratori di Claudio Gubitosi nel sogno lungo 50 anni chiamato Giffoni Experience. Poter parlare con loro, ascoltando soprattutto i tantissimi consigli, dati con la benevolenza di un fratello maggiore che aiuta il più piccolo, li terremo cari e li metteremo in pratica, cercando di migliorarci anno dopo anno con ancora maggiore assiduità. Questo festival ci ha dato il privilegio di insegnare qualcosa a centinaia di bambini delle Medie per i progetti ‘Il Cinema lo facciamo noi’ e ‘Futurama’, imparando a nostra volta tanto su un settore che rappresenta meglio di tutti come sarà il mondo tra vent’anni. Per questo ringraziamo Francesca Bianchi, tutto partì da una rapida chiacchierata durante Eco Reattivo della scorsa estate; le dirigenti Lucia Minieri, Simonetta Marzella, Concetta Senese e Alessandra Nardoni per aver creduto nella nostra proposta. Questo festival ci ha fatto capire che ha raggiunto una dimensione superiore rispetto a quella che pensavamo, riuscendo ad avere una media di duecento spettatori a serata anche nelle prime due, sperimentali, ospitate dal Multisala Sisto, per le quali non smetteremo mai di ringraziare Edoardo Ciotoli, Roberto Cipriani, Antonio Bruni e tutto lo staff. Questo festival ha fatto capire alla nostra città che è possibile vivere e svilupparsi grazie ad un evento culturale, che negli anni ha l’obiettivo di sobbarcarsi l’onere di diventare un pilastro dell’economia cittadina, sdebitandoci con l’Amministrazione (che ringraziamo in toto, dal sindaco agli impiegati e operai che hanno lavorato per il bene del festival) e i cittadini che, fino ad oggi, ci hanno sorretto e sostenuto come dei genitori nei confronti dei figli piccoli. Questo rapporto si sta per invertire, ci vorrà ancora qualche anno, ne siamo consapevoli, ma vogliamo che la nostra crescita corrisponda allo sviluppo del territorio e della sua economia. Questo festival ci ha insegnato che, con la forza del nostro cuore, possiamo portare a compimento la nostra piccola rivoluzione. Restate sintonizzati, sarete i primi a saperlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento