Fiuggi, celebrazione del sessantesimo anno del noto monumento alla Madonnina

Una cattedrale a cielo aperto che esiste dal 1959 e che è un simbolo per la città termale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Il noto monumento di Fiuggi dedicato alla Madonnina celebra sessanta anni. La Madonnina di Colle Michelangelo, il monumento di fede per antonomasia della città di Fiuggi il 23 settembre compie 60 anni. Esso è dal 1959 che accompagna la storia di tutta la popolazione di Fiuggi e dei “forestieri” diventando un simbolo identificativo della città. Una cattedrale a cielo aperto nella sommità di Capo Le Ripe dove ognuno ha vissuto momenti di fede, di contemplazione e di svago immergendosi nel paesaggio che la caratterizza ma ancora di più è un monumento di notevole importanza in cui hanno partecipato per la sua realizzazione figure di spicco del panorama artistico ed architettonico del novecento italiano

Una storia di persone, di personaggi, di fede e di segni che hanno plasmato l'anima sia della Fiuggi popolare che della Fiuggi turistica. Papa Giovanni XXIII, l’ architetto Giovanni Michelucci, l’artista Jorio Vivarelli, l’ingegnere Giuseppe D'Asdia, gli architetti Gorgio De Luca e Bruno Marchetti, l’imprenditore benefattore Pippo Falconi, Elisa Pacelli sorella di papa Pacelli , Padre Francesco Celani sono alcuni dei personaggi che insieme a centinaia di volontari hanno contribuito a rendere importante questo monumento. Il tutto è narrato in una pubblicazione dell’arch. Felice D’Amico dell’Associazione Carlo D’Amico per Fiuggi-Anticoli che sarà divulgata alla popolazione durante i festeggiamenti che si terranno proprio il 23 settembre prossimo. L’Associazione Luce alla Madonnina insieme al Comune di Fiuggi hanno quindi organizzato per il giorno 23 settembre alle ore 16.30 una solenne celebrazione alla presenza del Vescovo Mons. Lorenzo Loppa che officerà una messa a cui seguiranno i festeggiamenti

Nel 1958 proprio nel primo centenario dell'apparizione di Lourdes, Padre Francesco Celani pubblicò una lettera aperta a tutta la città per la realizzazione dell’opera, indirizzandola principalmente al sindaco dell’epoca Carlo D’Amico, a Luigi Martini, direttore del giornale Fiuggi e al Comm. Filippo Falconi. Quest’ultimo proprietario dell’hotel omonimo e benefattore di molte opere religiose finanziò gran parte dell’opera ma ci furono anche moltissimi altri sostenitori che con le loro donazioni e il loro lavoro di volontariato contribuirono alla riuscita dell’opera.
Dopo 50 anni dalla sua realizzazione e più precisamente nel 2012 l’Associazione Luce alla Madonnina che è stata ispirata dall’ex calciatore Beppe Incocciati iniziò ad interessarsi della sua riqualificazione e sulla falsa riga di quanto fu fatto precedentemente si coinvolgeranno molte persone che contribuiranno a finanziare i lavori . Nel marzo di quest’anno il monumento è stato riaperto con una solenne messa celebrata da Don Alberto Ponzi e Don Pierino Giacomi alla presenza dell’ex presidente del Consiglio Europeo Antonio Tajani, personalità nel campo politico ed associazioni territoriali religiose e socio assistenziali.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento