Cultura

Coast to Coast 2024 al complesso ipogeo di Falvaterra e Pastena

E’ una manifestazione in ricordo della storica impresa speleosubacquea, del lontano luglio 1964, ad opera del primo Speleosub italiano Lamberto Ferri Ricchi e della sua squadra

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Come da tradizione, anche quest’anno si è svolta la XIª edizione Coast to Coast presso le Grotte di Falvaterra, che ha interessato tutto il complesso carsico, da Falvaterra a Pastena E’ una manifestazione in ricordo della storica impresa speleosubacquea, del lontano luglio 1964, ad opera del primo Speleosub italiano Lamberto Ferri Ricchi e della sua squadra. La manifestazione, anche quest’anno, fa parte degli eventi organizzati dalla Regione Lazio nei Parchi regionali del Lazio, con un ricco programma di appuntamenti: dalla Natura, la divulgazione scientifica, l’arte e spettacolo, alla cultura in genere, che si svolgerà fino a settembre prossimo. Nella nostra manifestazione “Coast to Coast”, come dalle prime edizioni, tutti gli speleologi e speleo turisti si prodigano nell’opera di pulizia del complesso ipogeo, facendo sì che diventi una giornata ecologica ipogea, con un’anteprima del “Puliamo il buio” che la nostra grotta celebra da diversi anni, a Settembre, in associazione con la Società Speleologica Italiana e Legambiente. Anche quest’anno abbiamo raccolto più di un centinaio di kg di materiale, tra cui ruote di camion, lastre e bidoni metallici, ruote di bici, diversi contenitori dell’odiatissima plastica, pressoché indistruttibile, che va ad arricchire fiumi e mari di pericolosi materiali che danneggiano il nostro ambiente ed entrano pericolosamente a far parte della catena alimentare, con le ben note nefaste conseguenze sulla salute umana, senza che ce ne vogliamo rendere conto. Nonostante alcuni settori, vedi la zona del sifone 3 e la zona inziale dell’inghiottitoio, abbiano ancora dei problemi; abbiamo ammirato, ancora una volta, la bellezza di un mondo ipogeo con forme speleologiche, di vita e acque ipogee che andrebbero protette contro i continui attacchi legati al malcostume e a una programmazione di controlli ed interventi che dovrebbe meglio tutelare uno dei patrimoni più importanti del nostro territorio, non solo per l’importanza turistica ed economica, ma anche naturalistico-ambientale, da cui dipendiamo direttamente. Non resta che concludere con un ringraziamento immenso a tutti coloro, gruppi speleo e non, che hanno collaborato in questa opera più che decennale che stiamo portando avanti e che sta dando risultati encomiabili sotto tutti i punti di vista.

I prossimi appuntamenti nella nostra area, nell’ambito della “Estate Vivi Parchi del Lazio”, sponsorizzate dalla Regione Lazio Area parchi ed aree protette, saranno il 17 agosto con Falvaterra Underground, il 21 settembre “Puliamo il buio e non solo” e il 28 settembre la giornata trekking con “I Percorsi di Tommaso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coast to Coast 2024 al complesso ipogeo di Falvaterra e Pastena
FrosinoneToday è in caricamento