menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crimson Peak – Il ritorno di Guillermo Del Toro al fantasy

La giovane Edith è una promettente scrittrice, in lotta con i pregiudizi dell'inizio del ventesimo secolo sulle donne che decidono di fare un lavoro intellettuale, o un lavoro in genere. Edith ha anche un altro dono, riesce a comunicare con i...

La giovane Edith è una promettente scrittrice, in lotta con i pregiudizi dell'inizio del ventesimo secolo sulle donne che decidono di fare un lavoro intellettuale, o un lavoro in genere. Edith ha anche un altro dono, riesce a comunicare con i fantasmi.

Figlia di un ricco costruttore, orfana di madre, incontra il fascinoso lord inglese decaduto Thomas Sharpe, di cui non resiste al fascino. Dopo la violenta morte del padre, e dopo essere stata avvisata dal fantasma della madre di tenersi alla larga da Crimson Peak, la giovane donna sposa Sharpe e si trasferisce nel suo maniero in Inghilterra, dove vive anche la sorella di lui. Dopo poco scoprirà che quel luogo è soprannominato Crimson Peak. Dopo il giocoso Pacific Rim e dopo aver prodotto il film di animazione Il libro della vita, Guillermo Del Toro torna alla regia e al genere che lo ha sempre contraddistinto: il fantasy. In questo caso si tratta di una dark-romance ambientata agli albori del secolo scorso in cui i fantasmi non fanno paura, sono anzi di aiuto contro i veri mostri, quelli che ancora sono vivi. Edith è differente da ogni donna incontrata in precedenza da Lord Sharpe soprattutto perchè la ragazza è distaccata dal mondo in cui le altre vivono, non ambisce solamente ad avere un marito. Il maniero in cui abitano gli Sharpe, interpretati da Tom Hiddleston e una fantastica Jessica Chastain, misteriosa e inquietante è affascinante e repellente allo stesso tempo, come i due. Del Toro non dimentica neanche il cast di Pacific Rim e infatti nel ruolo del dottore innamorato perdutamente di Edith (Mia Wasikowka) troviamo Charlie Hunnam, protagonista del film di robot del regista messicano. L'azione si sviluppa principalmente all'interno del castello semi-distrutto degli Sharpe, con l'inquietante presenza dell'argilla che diventa rossa e la solitudine data dall'isolamento in cui si trova la casa. La struttura del film è poi quella del melodramma; un uomo conteso, e una storia d'amore difficile. Il punto di forza, come negli altri film di Del Toro, è l'autoironia, il saper giocare con il genere e prenderlo per i fondelli nel momento in cui ci si è troppo addentrati. Il film esce in sala il 22 Ottobre.

Alice Vivona

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento