menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
expo_mascotte520

expo_mascotte520

Dal web, L'avvento dell'Expo e le sue curiosità

"Nutrire il pianeta, energia per la vita" è il tema che quest'anno porta l'esposizione universale, che come ben sappiamo  sta avendo luogo a Milano.

"Nutrire il pianeta, energia per la vita" è il tema che quest'anno porta l'esposizione universale, che come ben sappiamo sta avendo luogo a Milano.

Con l'entrata del mese di maggio ha avuto inizio l'Expo, e con sè le numerose proteste e rivolte, che hanno creato scompiglio in tutta la città. Sono mesi che non si parla di altro, ma è bene parlare alcune curiosità che colpiranno i visitatori e gli appassionati, in modo da fare uno zoom più approfondito sull'evento.

1-La prima cosa su cui vogliamo focalizzarci è l'esatto luogo dove l'Expo si svolge.

Deve esserci infatti una zona precisa, in quanto bisogna sapere dove andare, dal momento che la superficie coperta è di ben 1,1 milioni di metri quadrati. Questa zona si trova nell'area nord ovest di Milano, e include anche una parte del territorio di Pero e Rho. Vengono unite sia campagna che città, ed era questo uno degli obiettivi; si tratta di un parco agroalimentare con tracciati ortogonali, circondato da diversi canali d'acqua.

2-I Paesi partecipanti sono un altro punto di nostro interesse.

Sono ben 145. Tutti i Paesi sono considerati Partecipanti Ufficiali, ed oltre ad essi vi sono 3 Organizzazioni Internazionali a prender parte, dopo aver accettato l'invito della nazione ospitante, che ovviamente in questo caso è l'Italia. Ma nonostante ciò, sono presenti anche dei Partecipanti Non Ufficiali, che sono autorizzati a partecipare dall'organizzazione dell'Esposizione. Il Governo Italiano si è preso l'incarico di invitare ufficialmente a questo evento tutti i Paesi facenti parte delle Nazioni Unite.

3-Il Padiglione più grande è quello italiano.

La nazione ospitante del resto non poteva fare altrimenti. Palazzo Italia è il punto principale, con l'Albero della vita sopra il Lake Arena. L'EXPO è stato diviso in due vie principali, ovvero il Cardo e il Decumano; sul cardo sono stati messi i padiglioni tematici più piccoli. Il Palazzo Italia, un'opera veramente unica, è grande ben 13 mila metri quadrati, ed è alto 36 metri: sul tetto si trova un giardino in cui possono stare fino a ben 300 persone.

4-Il Padiglione zero. Cos'è?

Si tratta della porta di ingresso di questo EXPO: si trova all'entrata ovest della struttura, dove è previsto che ci siano il 70% degli arrivi. Al suo interno è possibile scoprire la storia dell'alimentazione, e scoprire tantissime curiosità a riguardo. Si tratta dell'unico padiglione che resterà aperto anche di sera.

5-Le migliaia di ricette provenienti da ogni angolo del Mondo.

Eccellenze culinarie, che saranno un piacere non solo per il nostro palato ma anche per la vista. Venire a conoscenza di nuovi gusti che portano in sè tutto il sapore della cultura che vanno a rappresentare.

6-Obiettivi principali di questo evento, partendo dal tema dell'EXPO.

Il primo obiettivo è quello di riuscire a contribuire per far sì che tutti dispongano sia di acqua che di cibo in dosi sufficienti, oltre a cercare di sviluppare delle nuove tecnologie grazie alle quali sarebbe possibile trovare un equilibrio tra le risorse consumate. La disponibilità del cibo per la popolazione mondiale è uno dei temi di cui si parla di più, e una delle cose che si cerca di raggiungere.

7-Una delle chicche di questo EXPO 2015 sono senza dubbio le innumerevoli curiosità alimentari che è possibile vedere e? provare!

Sui tavoli degli stand, infatti, i visitatori possono trovare di tutto, è possibile degustare persino il pesce palla, che proviene dal Giappone, il coccodrillo, che viene invece dallo Zimbabwe, e? degli scorpioni al cioccolato! Presenti anche le classiche cavallette, direttamente dalla Thailandia con furore, e per i più temerari anche le larve giganti. Ovviamente, cose come la carne di cane sono severamente vietate, così come i datteri di mare, ovvero una delle specie iscritte tra quelle protette.

Curiosità, passione e cultura sono tre elementi predominanti di questa grandiosa esposizione, di cui l'Italia potrà far vanto. L'inizio non è stato dei migliori, ma siamo speranzosi che a trionfare sia solo l'unione delle tradizioni e la forza insita in ogni singola cultura.

Angela Maria Gargano

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento