menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferentino, S. Ambrogio, perfetta la macchina organizzativa e grande successo per il concerto di Roby Facchinetti

Il sindaco Pompeo: "Testimonianze di apprezzamento da tutta Italia che ci inorgogliscono. Il mio grazie a tutti coloro che hanno reso questa un’edizione indimenticabile"

Cinquantamila visualizzazioni sul canale YouTube del Comune di Ferentino e sul portale Streaming Arena. Una valanga di messaggi e di post per una vetrina d'eccellenza e per un evento destinato a restare nella storia dei festeggiamenti per Sant’Ambrogio. Il concerto di Roby Facchinetti, appuntamento di punta di questa edizione, ha lasciato tutti a bocca aperta.

Una serata di grandi emozioni, quella del primo maggio, aperta da un video turistico-promozionale della città di Ferentino che ha permesso a tutti gli spettatori di viaggiare, restando comodamente seduti in poltrona o sul divano, tra scorci storici e bellezze artistiche di una città millenaria. Poi il backstage del concerto: un momento particolare che il sindaco Antonio Pompeo e l’assessore alla Cultura, Angelica Schietroma, hanno condiviso con uno dei cantautori italiani più amati dal grande pubblico e testimone diretto dei drammatici risvolti di una pandemia che per oltre un anno ha bloccato il nostro Paese, paralizzato attività e costretto tutti a limitare i rapporti umani.

Infine oltre due ore di bella musica italiana, con la voce inconfondibile e l'interpretazione ineguagliabile di uno dei volti storici dei Pooh: Roby Facchinetti, che non ha mancato di sottolineare il grande impegno dell'Amministrazione nel realizzare una manifestazione nonostante le limitazioni del Covid. I festeggiamenti del patrono, però, sono iniziati il 30 aprile, con l'esposizione della statua del santo e una rappresentazione teatrale a cura dell'associazione culturale ‘Le Strenghe’: ‘Il centurione Ambrogio’, opera scritta dal fratello di don Giuseppe Morosini, Salvatore, e mai portata in scena sinora.

Con queste iniziative, che hanno tenute incollate migliaia di persone a cellulari e computer, Ferentino ha voluto mandare a tutto il Paese un grande messaggio di speranza, la testimonianza che insieme, con impegno e con coraggio, si può e si deve ripartire anche dopo un'emergenza senza precedenti come quella che ci ha colpiti. E di questo sono particolarmente orgogliosi l'Amministrazione comunale, che ha lavorato in piena e perfetta sinergia con il parroco, don Giuseppe Principali e con la Pro Loco del presidente Luigi Sonni.

Vogliamo ringraziare tutti coloro – è il commento del sindaco Antonio Pompeo e dell’assessore a Turismo e Cultura, Angelica Schietroma – che si sono adoperati per la riuscita degli eventi religiosi  e civili; il grande lavoro di tutti, con associazioni e confraternite in prima linea, che hanno permesso di onorare il nostro patrono nonostante l’emergenza. Serate di grande coinvolgimento emotivo e sentita partecipazione, culminate con il concerto di Roby Facchinetti che ha letteralmente mandato in tilt i canali Youtube per le migliaia di spettatori. Ancora oggi – proseguono i due amministratori – continuiamo a ricevere tante attestazioni di stima, ringraziamento e apprezzamento, anche da parte di molti fan club, per la nostra iniziativa a cui tutta l’Italia ha potuto assistere e che molti si augurano possa essere di esempio. Siamo davvero orgogliosi che la nostra città e il nostro patrono abbiano ricevuto attenzione nazionale in un momento in cui è assolutamente importante infondere fiducia e speranza in un futuro di ripartenza. È il senso del bellissimo brano ‘Rinascerò Rinascerai’, che Facchinetti ha composto con Stefano D’Orazio, drammaticamente scomparso proprio a causa del Covid. Siamo infine contenti di aver contribuito, nel nostro piccolo, - concludono Pompeo e Schietroma - ad aiutare 25 lavoratori del mondo dello spettacolo, dietro i quali ci sono altrettante famiglie che per molti mesi hanno sofferto, come tante altre categorie, gli effetti terribili della pandemia. Possiamo dire, con soddisfazione, di aver fatto la nostra parte e di averla fatta bene, in nome e in onore del nostro amatissimo patrono. Evviva Sant’Ambrogio!”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento