Filettino, convegno sulla donazione e trapianto di organi e tessuti Sindaco De Meis: “ Un atto di vitale importanza”

La possibilità di esprimere e far registrare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti al momento del rilascio del documento di identità sarà al centro delconvegno “Donare una scelta di Vita” che si svolgerà mercoledì prossimo 23...

logo convegno

La possibilità di esprimere e far registrare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti al momento del rilascio del documento di identità sarà al centro delconvegno “Donare una scelta di Vita” che si svolgerà mercoledì prossimo 23 agosto alle ore 17:30 presso la Sala Comunale San Bernardino nel Comune di Filettino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il convegno è stato organizzato dal Comune di Filettino in sinergia con l’AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di organi tessuti e cellule), con l’obiettivo informativo di sensibilizzare la popolazione, anche a seguito della scelta dello scorso giugno da parte del Comune di Filettino di aderire al progetto carta d’identità –donazione organi, che da la possibilità di far inserire sulla propria cartà d’identità la volontà di donare organi. “Sarà questa l’occasione per informare i cittadini sull’opportunità di un gesto semplice ma molto importante, – sottolinea il Sindaco di Filettino Paolo De Meis– la presenza dei medici rappresentanti dell’AIDO regionale e provinciale, sarà utile per capire e comprendere meglio un gesto di vitale importanza. Abbiamo aderito a giugno al progetto carta d’identità –donazione organi, senza alcun obbligo né aggravio di spesa né maggiori tempi di emissione del documento, permette di effettuare un’azione positiva di civiltà, nel pieno rispetto della riservatezza delle proprie scelte.Il nostro Comune è stato tra i primi ad aderire al progetto, e questo convegno rappresenta un’occasione importante di formazione e di informazione su un tema non conosciuto come si dovrebbe, quale è quello della donazione degli organi. Decidere di donare i propri organi è un gesto di grande generosità, un atto di grande civiltà e di rispetto per la vita. Migliaia di persone ogni anno sono salvate o migliorano la propria qualità di vita con il trapianto di organi e tessuti. Il trapianto, però dipende non solo dall’esperienza e dall’abilità dei medici e dei chirurghi che lo effettuano, ma da un gesto volontario e gratuito, e cioè scegliere di donare gli organi dopo la propria morte. Quando perdiamo una persona amata è difficile, in un momento di sofferenza così profonda, pensare agli altri, pensare a qualcuno che è malato e che, se non avrà un nuovo organo, avrà un’aspettativa di vita molto bassa. E' quindi importante informarsi, scegliere e decidere in vita come esprimersi rispetto alla donazione. In questo modo, da un lato si ha la possibilità di elaborare una posizione personale in merito alla donazione e si può esser certi che la propria volontà venga rispettata; dall'altro lato, si sollevano i propri familiari da una scelta difficile in un momento delicato”. Il convegno sarà moderato dal Sindaco il dott. Paolo De Meis, ed interverranno : la dott.ssa Marina Padovan Presidente del Consiglio Regionale dell’AIDO; la dott.ssa Agnese Casini Presidente del Consiglio Provinciale di Latina dell’AIDO; il dott. Moreno Bartolomucci Coordinatore trapianti ASL di Frosinone e il dott. Domenico Cestra Vice Coordinatore Trapianti ASL di Frosinone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento