Fiuggi, successo per la consegna dei premi al Gran Galà Vitis 2017

Tra i premiati l’istituto alberghiero di Fiuggi, Massimiliano Scarchilli di Morolo, il Prof. Giovanni Amati e la distilleria Marco Sarandrea di Collepardo

Nei bellissimi saloni  del  Grand Hotel Palazzo della Fonte di Fiuggi si è svolto il Gran Galà Vitis e sono stati presentati 43 tipi di vini per la diffusione della “cultura del Vino e del Cibo”.

I Premiati e le motivazioni

I  premi sono stati consegnati  allo Chef Andrea Nacci – ristorante Naturalmente Nacci di Cervaro,  per la sua abilità nel lavorare sempre prodotti stagionali. Il 'Premio Speciale Vitis' è andato all’’Istituto Alberghiero “Michelangelo Buonarroti”di Fiuggi per aver contribuito ad elevare il livello formativo; il  'Premio Deguistazione Ais' dell’anno invece all’Azienda Carpineto grandi vini di Toscana, per l’eloquente attaccamento alla terra. Il 'Premio Azienda dell’anno  Liquoreria ed erboristeria' è andato a Marco  Sarandrea & C. per la volontà mai sopita di inseguire il sogno di trasmettere i sapori i profumi e le suggestioni dei luoghi  dei Monti Ernici.  Il 'Premio Interpretare il territorio' è stato consegnato alla Società Artigiana Scarchilli, per aver fatto conoscere il Cacio di Morolo diventato un gioiello gastronomico e fiore all’occhiello della terra come tangibile interpretazione di un territorio. Ed ancora il 'Premio Ais Frosinone dell’anno' al Prof. Giovanni Amati, per aver trasfuso anche nella didattica scolastica la Sua sommellerie. Il 'Premio Formazione Didattica Sommelier'  è andato al Dott. Luca Radicchi per aver contribuito in maniera sostanziale alla fluidità di linguaggio ed alla formazione di allievi ai corsi Ais. Il ìPremio Comunicare il Territorioì è stato assegnato alla Dottoressa Cristina Latessa,  ( Ansa) per la sua personale impronta giornalistica nel veicolare il mondo dell’enogastronomia.  Infine il ìPremio Arte di Comunicareì è stato consegnato al dott. Luigi Cremona che incarna a perfezione la figura del critico contemporaneo con la misurata capacità di giudicare “con la testa e non con la pancia”.

Il Galà dello chef Andrea Nacci

Dopo la consegna dei premi per utti gli invitati è arrivato il momento di degustare unìottima cena preparata dallo chef Andrea Nacci, con i suoi ragazzi e lo chef del “Palazzo” affiancato dai ragazzi dell’alberghiero di Fiuggi, anche per il servizio. Gli ospiti sono stati accolti, dalla bellissima esposizione dei 43 vini. 

L’organizzazione della serata

La serata è stata organizzata, “con un anno di preparazione”  dall’Ais di Frosinone  presieduta dalla Dott.ssa Luisa Cacciotti, presente anche la Dott.ssa Angelica Mosetti presidente Regionale e condotta dal dinamico collega Luigi Di Tofano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento