Cultura Anagni

Lo scrittore ciociaro Francesco Formaggi ospite al Festival letterario Pordenonelegge

L'evento si svolgerà a Pordenone dal 15 al 19 settembre con oltre 200 gli incontri in cartellone per la 22°esima edizione. Al fianco di più di 400 protagonisti tra autori italiani e stranieri ci sarà lo scrittore anagnino con il suo "Anselmo e Greta"

Torna Pordenonelegge – l’evento creato per celebrare il libro e i suoi autori all'interno della magica cornice della città di Pordenone – e ospita la letteratura della nostra Terra. Dal 15 al 19 settembre sono oltre 200 gli incontri in cartellone per la 22°esima edizione, con più di 400 protagonisti tra autori italiani e stranieri, da Peter Cameron a Alessandro Piperno, da Graeme Armstrong a Tullio Avoledo, fino al premio Nobel Kazuo Ishiguro. Al loro fianco, ospite lo scrittore ciociaro Francesco Formaggi, con il suo Anselmo e Greta, bellissima riscrittura in chiave moderna della fiaba di Hänsel e Gretel dei fratelli Grimm, ambientata non tra i boschi, ma in una metropoli contemporanea, dove tutto appare scuro e soffocante. Modernizzando il testo tradizionale, ma ponendo particolare attenzione a mantenerne intatta la simbologia: alle briciole di pane si sostituiscono le impronte di vernice che Anselmo semina sui marciapiedi della città dopo aver calpestato l’opera di uno street artist; la vecchia strega malvagia è una donna bellissima, regina di Instagram, che sotto il trucco nasconde una terribile violenza: cambia il mondo e il tempo, ma il cuore della fiaba è animato dallo stesso sangue. Le illustrazioni di Marino Neri amplificano l’angoscia, con la scelta di uno stile fumettistico che richiama i film horror in bianco e nero degli anni Trenta e Quaranta.

Formaggi si è cimentato dunque in questa nuova avventura, che è arrivata dopo altri importanti riconoscimenti. Il suo primo romanzo per adulti, Il casale (Neri Pozza 2013), è stato finalista del premio John Fante Opera Prima. Poi Il cortile di pietra (Neri Pozza 2017) e il suo esordio nella letteratura per ragazzi con Non chiudere gli occhi (Pelledoca 2017). Ha collaborato con riviste letterarie, tenuto laboratori di scrittura narrativa per adulti e bambini, e oggi è insegnante nella scuola secondaria di secondo grado, dove svolge con passione e determinazione un lavoro che quotidianamente incontra desideri, relazioni e bisogni dei più giovani. Forse anche per questo è arrivato dritto al cuore delle nuove generazioni di lettori, guadagnandosi un posto nel poker di “Caro autore, ti scrivo...”, il contest del cartellone junior di Pordenonelegge con un focus su quattro libri e quattro autori che negli ultimi mesi hanno pubblicato i romanzi belli e coinvolgenti. Rivolto alle Scuole Secondarie di I grado di tutta Italia, e quindi a giovani 11-14enni, il contest ha coinvolto oltre 700 ragazzi e ragazze che sono stati invitati a leggere Anselmo e Greta insieme agli altri tre libri selezionati, e a scriverne una recensione sotto forma di lettera all’autore. Le lettere sono state poi valutate da una giuria e le vincitrici sono state lette durante l’incontro che si è svolto ieri mattina tra Formaggi e le nuove generazioni di lettori, che hanno dialogato con l’autore attraverso le pagine di un libro “pieno di coraggio, di segreti, di speranza e di libertà - spiega Valentina Gasparet, curatrice di Pordenonelegge e coordinatrice del contest - capace di prendere i ragazzi per mano e portarli via, verso tutta quella luce e quell'aria di cui sono stati privati in questo ultimo, lunghissimo anno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo scrittore ciociaro Francesco Formaggi ospite al Festival letterario Pordenonelegge

FrosinoneToday è in caricamento