rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cultura

Frosinone, Festival Chitarristico "Corde di Primavera", un successo di numeri e qualità

Oltre 10.000 contatti streaming, media regionali e nazionali, oltre 1000 persone in presenza distribuite su 9 eventi, Masterclass e incontri rivolti a esplorare il mondo della Chitarra classica, allievi provenienti da tutte le regioni italiane, vincitori di concorsi in tutto il mondo

Realizzare un progetto non è mai facile, soprattutto in un momento storico come quello che ci vede coinvolti. E spesso i numeri di un evento, che ne forniscono una narrazione incompleta e fredda, non possono cogliere il dettaglio el e emozioni che si nascondono dietro il partecipare, il condividere, il costruire insieme qualcosa che non esisteva.

Parlare dunque del Festival Chitarristico Corde di Primavera III Edizione, che ha abbracciato a dispetto del nome, tutto il periodo pandemico da settembre 2020 a dicembre 2021, diventa occasione per raccontarne oltre i numeri, soprattutto le emozioni e le sensazioni.

Cominciamo, però, proprio dai numeri: oltre 10.000 contatti streaming, la presenza di media regionali e nazionali, con trasmissioni dedicate; oltre 1000 persone in presenza distribuite su 9 eventi, Masterclass e incontri rivolti a esplorare il mondo della Chitarra classica, allievi provenienti da tutte le regioni italiane, vincitori di concorsi in tutto il mondo.

E poi i luoghi del festival, per proseguire; un festival di tutta la città ospitato nei luoghi della cultura di Frosinone: l’Auditorium comunale, la casa della cultura, la Villa Comunale.

Infine i nomi: Il cartellone del Festival ha visto esibirsi giovani talenti della nuova generazione, ma anche personalità illustri del panorama chitarristico internazionale: Lorenzo Micheli, Andrea De Vitis, Domenico Mottola, il Duo Pace-Poli Cappelli, Stefano Spallotta e il Quartetto Foldec, il Duo de passaggio (Gaeta-Ranieri), Giovanni Masi, Simone Salvatori, Elia Portarena, Thomas Petrucci, Bianca Maria Minervini, Sara Masi

Riferimento dell’intera programmazione della Masterclass annuale, è stato il Maestro Frédéric Zigante, personalità di spicco per la didattica chitarristica, eccellente concertista di fama internazionale, docente del Conservatorio “G. Verdi” di Milano.                  Per gli organizzatori, l’Associazione Neos Kronos di Colleferro con la Direzione Artistica del M.o Stefano Spallotta ed il coordinamento territoriale del M.o Katia sacchetti, un momento di grande musica donato alla citta’ di Frosinone; i concerti infatti sono stati  gratuiti , grazie al sostegno di aziende attente e partecipi del progetto.

corde primavera.2-2

Quale partner ormai storico del Festival, Banca Popolare del Cassinate ha abbracciato la filosofia della kermesse, sposandone le finalità. Il Festival è lieto di annoverare tra I suoi sostenitori aziende così radicate nel territorio che sanno rendersi promotrici di iniziative di ampio respiro per costruire risultati duraturi nel tempo.

Concreto e fattivo anche il supporto degli Enti pubblici coinvolti come la Provincia di Frosinone ed il Comune di Frosinone.

Il periodo difficile rappresentato dalla emergenza Covid, non ha dunque impedito di costruire eventi alla altezza delle aspettative, ma anzi ha spinto gli organizzatori ed i sostenitori come BPC ad affrontare una nuova dimensione, coniugando reale e virtuale, attraverso la trasmissione in streaming dei contenuti degli eventi.

Il Festival ha cosi potuto aprirsi ad un pubblico nuovo che la sola esperienza in “presenza” non avrebbe potuto raggiungere.

Proiettato tra le difficoltà e le sfide del presente ed il futuro, il Festival sta già programmando la sua IV edizione, certo che grazie al sostegno di realtà lungimiranti e solide come Banca Popolare del Cassinate, la nuova edizione saprà essere all’altezza delle aspettative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, Festival Chitarristico "Corde di Primavera", un successo di numeri e qualità

FrosinoneToday è in caricamento