Martedì, 19 Ottobre 2021
Cultura

Frosinone, continua con successo il Refice Jazz Festival 2021 e l'appuntamento con la grande musica!

Il festival che animerà il Conservatorio dal 13 al 24 Ottobre si svilupperà in diverse attività tra workshop, seminari on line, masterclass, sonorizzazioni cinematografiche e soprattutto concerti di cui si potrà seguire la programmazione tramite le pagine ufficiali del Conservatorio

Ha preso il via il 13 presso il prestigioso auditorium D. Paris  del Conservatorio L. Refice l’edizione 2021 del Refice Jazz Festival, importante rassegna che celebra tra le altre cose l’istituzione della prima cattedra dedicata al Jazz in Italia - pionieristicamente voluta proprio a Frosinone da Daniele Paris nei lontani anni ‘70 e  affidata al M° Gerardo Iacoucci - che fin dal principio costituì il modello per i nuovi programmi nazionali ed oggi vanta uno tra i migliori dipartimenti in Italia. Dagli anni ’70 a oggi l’attività di produzione legata ai Corsi di jazz ha animato la scena culturale della provincia di Frosinone con decine di concerti che hanno visto studenti e docenti esibirsi al fianco di tanti artisti, tra cui Dusko Gojkovich, Gianni Basso, Steve Grossman, John Mosca, Bruno Tommaso, Enrico Pieranunzi e Scott Reeves, solo per citarne alcuni.

Una rassegna che quindi narra una tradizione ormai consolidata, una tradizione che continua a crescere ed a guardare avanti e che vedrà coinvolto l’intero Dipartimento di Jazz tra docenti e numerosi studenti, con la partecipazione di alcuni ospiti di rilievo: Maestri provenienti da altri dipartimenti come Eugenio Colombo e Massimo Bettazzi ed artisti e docenti italiani ed internazionali come: Vincenzo Caporaletti, Sebastiano Dessanay e Baptiste Herbin. I musicisti e docenti coinvolti sono Paolo Tombolesi, Filberto Palermini, Susanna Stivali, Greg Burk, Stefano Pagni, Vittorio Mezza, Giampaolo Ascolese, Stefano Micarelli con il supporto tecnico di Daniele Palermini.

Il festival che animerà il Conservatorio dal 13 al 24 Ottobre si svilupperà in diverse attività tra workshop, seminari on line, masterclass, sonorizzazioni cinematografiche e soprattutto concerti di cui si potrà seguire la programmazione tramite le pagine ufficiali del conservatorio https://www.conservatorio-frosinone.it/ e https://www.facebook.com/conservatorio.refice.

Iniziato con i workshop e le masterclass accademiche infatti  il Festival entrerà nel vivo a partire da sabato 16 ottobre con i grandi concerti, dal vivo aperti al pubblico nel rispetto della normativa covid e gratuiti. 

I concerti nascono tutti come progetti originali, creati appositamente per il festival e coinvolgono i musicisti del Dipartimento di Jazz in formazioni diverse, comprendendo anche un concerto del Direttore del Conservatorio, Alberto Giraldi, con il suo quartetto. Inoltre un concerto in particolare vedrà tutto il dipartimento coinvolto è sarà dedicato alla memoria di Giorgio Merryweather, imprenditore ciociaro di successo scomparso prematuramente che, da appassionato di musica, era riuscito a far nascere nel proprio territorio un luogo dove la musica fosse protagonista, un luogo divenuto da subito punto di riferimento per molti studenti e docenti delle scuole di jazz del nostro Conservatorio che vogliono ricordarlo per la sua generosità.

Da notare la presenza di illustri ospiti: Vincenzo Caporaletti, uno dei maggiori esperti  italiani di etnomusicologia, docente ordinario presso l’Università di Macerata che terrà un seminario sulla teoria delle Musiche Audiotattili. Sebastiano Dessanay compositore e contrabbassista sardo che, nel suo incontro con gli studenti, racconterà la sua esperienza di musicista errante nei 377 comuni della Sardegna, attraverso un racconto musicale e non solo, delle sue radici. Baptiste Herbin, sassofonista francese, uno dei più interessanti musicisti ed improvvisatori jazz europei dell’ultima generazione che terrà un workshop per tutti gli studenti, su: “La via europea all’improvvisazione jazz”. Suonerà con loro e si esibirà, nella serata di chiusura del festival, accompagnato da alcuni dei docenti del Conservatorio.

Un festival di straordinario prestigio che si affianca alla già ricchissima programmazione concertistica e che testimonia ancora una volta l’attivismo, la qualità artistico-didattica, il legame col territorio ma anche la vocazione internazionale dell’istituzione diretta dal M° Alberto Giraldi, quel Conservatorio Licinio Refice intitolato al nume tutelare della musica ciociara da uno dei più illustri figli di questa terra come Daniele Paris che ha potuto vantare tra i suoi docenti Ennio Morricone e che da ormai mezzo secolo è faro indiscusso di cultura e vanto della nostra terra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, continua con successo il Refice Jazz Festival 2021 e l'appuntamento con la grande musica!

FrosinoneToday è in caricamento