Frosinone, visite guidate virtuali: chiusura il 20 giugno con i Patroni

Alle 18 di sabato 20 giugno appuntamento, in occasione della Festa dei Patroni Silverio e Ormisda, con la visita guidata della Cattedrale di Santa Maria Assunta

Ultimo appuntamento con il progetto “Frosinone tra realtà virtuale e reali virtù", realizzato mediante il Piano di Gestione “Frosinone Alta” dell’assessorato al centro storico, in collaborazione con la Pro Loco di Frosinone. Dopo il grande successo di pubblico delle “puntate” precedenti, il format in bilico tra storia, arte e architettura, tornerà in diretta streaming su www.comune.frosinone.it e sulla pagina Facebook Pro Loco di Frosinone alle 18 di sabato 20 giugno, in occasione della Festa dei Patroni Silverio e Ormisda, con la visita guidata della Cattedrale di Santa Maria Assunta.

Entrambi nativi di Frosinone, Ormisda e Silverio furono papi nella prima metà del sesto secolo, grandi esempi di fede e unità.
In particolare, Orsmida lavorò tutta la sua vita per inseguire il sogno di un mondo in cui diversi popoli potessero coesistere e condividere. Lottò per ricomporre la Chiesa dopo lo Scisma d’Oriente, ottenendo la convocazione del concilio a Costantinopoli che ne ristabilì l’unità.
Anche Silverio fu papa (dal 536) in un periodo travagliato, con l’Italia sottoposta ai Goti. San Silverio fu vittima di una cospirazione che lo fece credere traditore a favore del re goto che assediava Roma, perché reputato da molti una figura scomoda. Questo lo portò ad essere esiliato a Patara, in Licia, a solo pochi mesi da suo insediamento. Mentre alcuni si adoperavano dimostrare la sua innocenza, fu incarcerato e morì poco dopo a causa del brutale trattamento.

Il programma, nelle scorse settimane, ha visto protagonisti, per la gioia di un pubblico sempre numeroso e attento, il Campanile della Cattedrale di Santa Maria Assunta, la Chiesa Abbaziale di San Benedetto e Piazza della Libertà, Piazzale Vittorio Veneto ed Edicola della Madonna del Buon Consiglio. “Il progetto “Frosinone tra realtà virtuale e reali virtù" ha raccolto il gradimento di un pubblico sempre crescente, conquistato dalle suggestive immagini delle nostre ricchezze storiche e artistiche, raccontate con garbo e competenza dai bravissimi Giovanni De Vincentis e Alessandra Leo – ha dichiarato l’assessore Rossella Testa - Il successo dell’iniziativa ci motiva, ancor di più, affinché si possa organizzare, appena possibile, nuovi percorsi di conoscenza e di fruizione dei beni storici e architettonici custoditi dalla nostra città, in presenza e dal “vivo”, per vivere l’emozione di una visita vera ai nostri monumenti e ai nostri tesori, non più solo virtuale".

Il format si inserisce nell’ambito del Piano di Gestione: tra gli obiettivi perseguiti dall’amministrazione Ottaviani, infatti, appaiono la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, con l'istituzionalizzazione di alcune ricorrenze importanti per la storia della nostra città, e l'implementazione degli interventi di marketing, sia per la promozione del territorio a fini turistici, sia rivolti allo sviluppo di attività economiche ed imprenditoriali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento