GallinaRock è un successo: Nada infiamma la prima serata

Tre serate in cartellone con 100 musicisti, 20 band nel contest, gruppi ospiti, 12 artisti del GallinArtRock, dj set, fanno del GallinaRock uno dei Festival indipendenti più importanti d’Italia

Pronti, via! Parco San Leonardo pienissimo e Nada che infiamma la prima serata del GallinaRock 2019. Le premesse c’erano tutte ed il Festival è riuscito addirittura a superare le aspettative. Già dal pomeriggio il piccolo centro della Val di Comino si è popolato di musicisti, pittori, fotografi, performer, creativi.

Tre serate in cartellone con 100 i musicisti, 20 band nel contest, gruppi ospiti, 12 artisti del GallinArtRock, dj set, fanno del GallinaRock uno dei Festival indipendenti più importanti d’Italia. Un Festival che ha aderito, tra i primi in Italia, al modello Climate Positive. Riducendo drasticamente il proprio impatto ambientale, nella direzione di un evento plastic free. Prima delle emozioni vissute con Nada si sono sfidati a ritmo di Rock le band Am Bros One da Avellino, Delio Lambiase da Salerno, Lift dall’Umbria e Toscana, Pocaroba da Gennazzano. A loro ha fatto seguito un fantastico live di Marco De Vincentiis, finalista del programma The Voices of Italy e amico storico del GallinaRock. E’ toccato a lui lasciare il testimone al concerto di un’autentica leggenda della musica italiana: Nada. La cantante visibilmente felice, non si è risparmiata un istante. Letteralmente acclamata dal pubblico è tornata sul palco per ben due volte, regalando ai presenti emozioni davvero uniche.

L’8 agosto interamente dedicato alle band del contest, in gara Ecpfs da Foggia, Farmeo da Cassino, Granato da Roma, Romina da MilanoRoma-Napoli, Arance Nere da Scauri, A Rebours da Foggia, DeViolist da Cassino, PasKuale IanNone da Salerno, Lùcafall da Rimini, Me.Go da Roma, il campano Luca Ruzza, Mistress’ Leaf da Roma, Occulta Sententia da Cassino, Sinedie da Roma, Squarcio dalla nostra Provincia, The Rave da Roma.

Venerdì 9 agosto, il gran finale con l’attesissimo live dei Modena City Ramblers. La band emiliana che quest’anno ha prodotto l’omaggio al ventennale dello storico album acustico “Raccolti”. Tre giorni davvero da non perdere dunque, che collocano il palco di GallinaRock. Un Festival con un marcato impegno anche nel sociale, con la mission di dar voce ai talenti ed ai giovani in generale. Il tema dell’edizione è stato dedicato quest’anno agli “invisibili”.

Un filo conduttore che ha legato anche il momento musicale all’arte. Cornice d’eccezione dei live musicali il GallinArtRock, affidato alla regia di Fausta Dumano ed ovviamente il suggestivo paesaggio naturale del Parco San Leonardo. Mostre, estemporanee performance e per la prima volta anche laboratori creativi, per mano di Luca Antonelli, Mauro De Simone Rea, Giuseppina Diamanti, Francesca Eva Fardelli, Fabiana Fioretti, Fdncoolab, Paolo Fiorini, Rocco Lancia, Giulia Loreti, Isabella Minù, Valeria Selvini, Juanni Wang. A presentare le serate, tutte ad ingresso gratuito, l’affascinante Lucia Campoli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Cassino, violento scontro una moto ed un'auto. Ragazzo rischia di perdere una gamba (foto e video)

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Incidente sul lavoro, falegname si amputa tre dita di una mano, è grave

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento