Genazzano, tutto pronto per il Festival Sete Sóis Sete Luas

Il Festival Sete Sóis Sete Luas continua il suo cammino itinerante all'interno del mondo del Mediterraneo, e dal 15 al 20 luglio, farà tappa a Genazzano. Le serate in programma prevedono esibizioni di artisti provenienti da tutto il mondo, che...

sete_sois_2016

Il Festival Sete Sóis Sete Luas continua il suo cammino itinerante all'interno del mondo del Mediterraneo, e dal 15 al 20 luglio, farà tappa a Genazzano. Le serate in programma prevedono esibizioni di artisti provenienti da tutto il mondo, che riusciranno a trasportare il pubblico in atmosfere lontane e sconosciute.

Il Festival, arrivato oggi a comprendere 30 città di 11 paesi, è diventato negli anni un vero e proprio universo culturale che promette di promuovere lo scambio culturale tra i vari Paesi, al fine di far conoscere e scoprire musiche, idee e immagini provenienti dal mondo lusofono e dal Mediterraneo. Tutto ciò è stato possibile grazie a un gruppo di studenti toscani che, grazie alla loro creatività e alla loro voglia di oltrepassare i confini, sono riusciti a coinvolgere il Premio Nobel per la letteratura, José Saramago, il quale diventerà il Presidente onorario. Ad aprire gli spettacoli sarà L’Avalot, Venerdì 15 luglio dalle ore 22 lungo le vie del centro storico, una importante compagnia di teatro di strada catalana che dal 1985 mette in scena straordinari e suggestivi spettacoli ottenendo sempre un grande esito e coinvolgendo migliaia di spettatori nelle varie performance. Le produzioni artistiche de L’Avalot sono di grande formato, con un incredibile utilizzo di pirotecnia e grandi macchinari mobili. Lo spettacolo “Incendio!” racconta del ritorno dei dinosauri sulla terra presentando una parata di strada che si snoda in differenti punti della città e “l’incendio” di un edificio del centro.

Sabato 16 luglio, ore 22 Castello Colonna, si proseguirà con l’Orchestra Popolare a Colori di Genazzano.Impasti timbrici originali, forme orchestrali inusuali ed energia interpretativa per un viaggio fantastico tra le tradizioni musicali italiane e di tutto il mondo. L’Orchestra Popolare a Colori è certamente una delle formazioni musicali più prestigiose del Lazio. Realtà unica nel territorio sia per formazione che per repertorio, con il suo programma di musiche popolari del mondo, rivisitate dagli originali, scoppiettanti e coinvolgenti arrangiamenti del Maestro Enrico Silvestri, nasce nell’ambito del programma “La Musica che Unisce” promosso dall’Amministrazione Comunale di Genazzano (RM) in collaborazione con la Banda Musicale. Ha eseguito concerti in Italia, Portogallo, Spagna, Croazia, Slovenia e Francia.

Martedì 19 luglio, ore 22 Castello Colonna, sarà la volta della Luasiberica Orkestra (Andalusia, Brasile, Italia, Portogallo). Gli incredibili talenti provenienti dai Paesi del Festival Sete Sóis Sete Luas danno vita ad un nuovo progetto musicale, la LUASIBERICA ORKESTRA, una fusione di sonorità mediterranee e del mondo lusofono. Un progetto che unisce la forza del flamenco del cantante Juan Pinilla (voce e direzione musicale) con la leggerezza del fado del portoghesi Celina da Piedade (organetto diatonico) e Ricardo Silva (chitarra portoghese), con i ritmi brasiliani di Gustavo Roriz (basso elettrico) e l’energia vulcanica del violino dell’italiana Elena Floris. Il risultato è un delirio musicale che ben rappresenta lo spirito eclettico e multisfaccettato del mondo lusofono e mediterraneo.

Chiusura Mercoledì 20 luglio, ore 22 Castello Colonna, con Deabru Beltzak («I Diavoli Neri» in lingua basca) la compagnia di teatro di strada più internazionale dei Paesi Baschi. Fondata nel 1996, ha già realizzato 10 produzioni originali e più di 2000 rappresentazioni nei più importanti festival di teatro di strada a livello internazionale. Basato su danze frenetiche, fuoco e ritmo, SU À FEU, il nuovissimo spettacolo che portano in scena, esplora lo spazio urbano da un nuovo fantastico punto di vista. Esseri futuristici invadono la strada, trasformandola in un luogo in cui i rituali moderni si fondono con i movimenti della vita quotidiana e i ritmi primitivi provenienti da diverse parti del mondo. Ancora una volta la compagnia coinvolge il pubblico e trasforma la strada in una festa vitale. Lo spettacolo «Su à Feu» è una rappresentazione affascinante e coinvolgente, che utilizza percussioni, pirotecnia, effetti speciali e porta in scena il mistero e la magia magnetica del ritmo e della luce.

Iniziativa realizzata con il Patrocinio ed il finanziamento della Regione Lazio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento