In sala il 31 agosto Black, storia d'amore ambientata a Molenbeek

Mavela, una  teenager quindicenne, originaria del Congo, é nata in Belgio ma si sente di non appartenere a quella società. Ritrova se stessa e la voglia di vivere quando entra a far parte della gang The Black Bronx, formata da giovani africani...

image-65
Mavela, una teenager quindicenne, originaria del Congo, é nata in Belgio ma si sente di non appartenere a quella società. Ritrova se stessa e la voglia di vivere quando entra a far parte della gang The Black Bronx, formata da giovani africani della periferia di Bruxelles con i quali condivide il giorno e la notte in giro per la città.





Per la prima volta nella sua vita Mavela prova un senso di appartenenza finora sconosciuto. Ma realizza subito che militare nei Black Bronx significa far parte di una famiglia totalizzante che non accetta compromessi. Soprattutto comprende che, una volta entrata a far parte della gang, non potrà più uscirne. Questo non sembra essere un problema fino a quando, Mavela incontra Marwaan.


Marwaan è un ragazzo marocchino, e fa parte della Gand 1080, nemici giurati dei Black Bronx. Dal primo loro veloce incontro, Mavela e Marwaan sanno e sentono di avere un comune destino: passione violenta e amore reciproco. Ma la loro appartenenza a gang rivali li costringe a incontri clandestine e a un futuro di paure, ombre e sospetti. Il velleitario piano per vivere segretamente la loro storia viene presto scoperto e i due ora devono pagarne le conseguenze.


Secondo film per due giovani registi belgi, di origine mediorientale, a testimoniare come le seconde generazioni dei migranti venuti a cercare fortuna e vita migliore in Europa siano linfa essenziale per comprendere il periodo storico in cui ci troviamo.

Seconde generazioni che non devono affrontare l'ostacolo culturale della lingua e cultura differente, ma che comunque, nei casi più disagiati, non riescono a riconoscere come proprio il paese in cui vivono.

La periferia diventa rifugio ma anche limite, difficile da superare. La storia, attuale come ambientazione, la Molenbeek di Bruxelles, diventata tristemente famosa per gli attentati dello scorso aprile che hanno fatto emergere questa realtà di emarginazione, che in questo film viene raccontata da chi la conosce probabilmente da vicino e con il linguaggio dei suoi protagonisti, i due giovani registi Adil El Arbi e Bilall Fallah che hanno adattato due romanzi di uno scrittore molto famoso in Belgio, prendendo spunto da Romeo e Giulietta e ricordando anche le atmosfere de I guerrieri della notte, aggiungendo il rap.

Il film esce in sale selezionate del circuito The Space il 31 agosto in lingua originale, nel film il francese si alterna al fiammingo, all'arabo e linga, dialetto del Congo, tutti elementi che amplificano la babele in cui vivono i protagonisti.


Alice Vivona


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento