menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In sala Onda su onda, il nuovo film di Rocco Papaleo, recensione

Gegè è un cantante italiano che non ha mai raggiunto il successo. Non è mai stato scelto per “stare davanti”. E' imbarcato su di un cargo verso l'Uruguay dove è stato invitato a tenere un concerto che potrebbe dare una svolta alla sua esistenza...

Gegè è un cantante italiano che non ha mai raggiunto il successo. Non è mai stato scelto per "stare davanti". E' imbarcato su di un cargo verso l'Uruguay dove è stato invitato a tenere un concerto che potrebbe dare una svolta alla sua esistenza.

Ruggero è il cuoco del cargo, che non scende dalla nave, né ha intenzione di farlo, da quattro anni. Nel suo passato c'è una macchia che non se ne va via. I due, prima a malincuore, poi trovando una loro sintonia, si troveranno a condividere un'avventura di riscoperta delle opportunità in terra uruguagia.

Rocco Papaleo arriva alla terza regia e molla gli ormeggi: lascia la Basilicata e il sud Italia per un altro continente, verso uno stato che lui stesso definisce la "Basilicata del Sudamerica": l'Uruguay, che, come la sua regione di origine, è stretto tra due entità rimpotanti ed è allo stesso tempo solenne e decadente.

Buona parte del film si svolge però all'interno del cargo che dall'Italia si muove attraverso l'Atlantico e che è testimone della conoscenza tra Gegè e Ruggero, due uomini opposti per carattere ma irrisolti allo stesso modo, che vengono portati l'uno verso l'altro da un altro personaggio cardine del film: l'ammiraglio della nave, che vorrebbe essere comandare navi più potenti, ma allo stesso tempo terrorizzato dalla possibilità del naufragio.

Come in tutti i film di Papaleo, la musica ha un ruolo principale e non solo perchè il protagonista è un cantante; sono diversi infatti i siparietti da quasi musical che intervallano il film.

La storia procede con molta leggerezza e momenti surreali, tra i quali la lettura di un discorso di ringraziamento di fronte alle mature ospiti di un grande albergo di Montevideo.

Nonostante ciò, Onda su onda è anche una storia amara, in cui il fallimento è il motore dell'azione e del riscatto di due personaggi che non hanno nulla da perdere.

Il film è in sala dal 18 febbraio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento