Isola del Liri, Isolarte presenta "Intervallo", un omaggio a noi stessi

Sabato 12 ottobre alle ore 17 l'inaugurazione della mostra collettiva curata da Bruna Rotondi e Guido Gabriele allestita presso l'Auditorium New Orleans

Isolarte torna piena di carica e di grinta con la mostra collettiva “Intervallo” che verrà inaugurata sabato 12 ottobre alle ore 17. Perché intervallo? Intervallo è una pausa dalla routine, dai ritmi frenetici della società, uno spazio temporale da ritagliarsi dedicato a noi, ai nostri pensieri, al nostro essere. Intervallo vuole essere tutto questo. Un omaggio a noi stessi, un regalo che ci concediamo, quello del tempo, forse il più importante al giorno d’oggi.

La mostra curata da Bruna Rotondi e Guido Gabriele unisce in uno spazio fisico, quello dell’Auditorium New Orleans di Isola del Liri, le opere di 19 artisti. Un luogo che è esso stesso simbolo del tempo in cui il passato si fonde con il presente volgendo uno sguardo al futuro. Diciannove artisti differenti, provenienti da ogni parte della provincia, ognuno con un suo stile, con una sua tecnica, con un suo modo di interpretare il concetto di Intervallo, ma tutti con la grande passione di trasmettere emozioni attraverso l’arte.

Affidiamo ai due curatori la spiegazione di ciò che per loro è intervallo offrendo una piccola anticipazione del vernissage.

Intervallo come pensiero di vita

Bruna Rotondi: "Intervallo deve essere contemplato come pensiero di vita. In una delle mie opere che saranno esposte durante la mostra è raffigurata una donna con un telefonino in mano seduta sul wc. È un quadro che dà il senso dell'intervallo ai tempi d'oggi. Siamo continuamenti presi, immersi e circondati da una miriade di eventi, situazioni, informazioni: lavoro, famiglia, amici, animali domestici. Ecco, il bagno rappresenta il momento che ci prendiamo per noi stessi. Quei pochi minuti in cui siamo isolati da tutto e dedichiamo un attimo a noi, alle nostre memorie, al nostro spazio. Quando andiamo a girare la chiave della porta stacchiamo da tutto, ci eclissiamo, nessuno ci disturba. Inoltre il bagno rappresenta un posto importante da sempre. Se andiamo a riflettere su ciò che accade in quella stanza della casa realizziamo che in effetti si tratta del luogo in cui le donne fanno il test di gravidanza e scoprono di essere incinte; è il posto dove ognuno si fa bella/o, dove ci dedichiamo a noi stessi; ci rilassiamo attraverso l'acqua, il bagno, la doccia, le candele. Ci guardiamo, ci scrutiamo, ci mettiamo a nudo".

"L'intervallo dell'umanità, ovvero il potere che genera mostri"

Guido Gabriele: "È come a scuola... L'intervallo è il momento che unisce tutti. Non importa di che sezione sei, quale corso frequenti, chi siano i tuoi docenti e, soprattutto, i tuoi voti. Quando suona quella campanella devi essere pronto, vestirti solo del tuo sorriso migliore accompagnato da tanta voglia di dare, di ricevere, insomma...devi essere pronto a confrontarti. Nell'imminente mostra 19 persone, 19 storie si incontreranno nel momento fatidico, durante l'intervallo, proprio come quando la porta della classe si apriva per spalancarsi al mondo... 19 "artisti-alunni" che all'unisono apriranno il cuore per emozionare e, ancora più, per emozionarsi. La mia opera consiste in un'installazione che in più fasi richiama all'intervallo: da quello fisico, a quello sensoriale, fino ad arrivare a quello concettuale.  Esporrò "un contenitore che contiene contenuti": un quadro esposto in una scatola gigante supportato da una proiezione video ed audio che richiamano ad una tematica precisa. L'intervallo dell'umanità, ovvero il potere che genera mostri. Lo spettatore parteciperà singolarmente alla visione dell'opera posta all'interno della scatola ed ascolterà l'audio in cuffia in modo da essere isolato dal contesto circostante (altro intervallo con la realtà) così da essere portato alla percezione univoca: Guardare, Ascoltare, Riconoscere, Riflettere".

L’invito rivolto allo spettatore è quello  di viversi il suo intervallo e concedersi questo viaggio esperienziale tra colori, luci ed ombre. Un’esperienza da scoprire.

Gli Artisti:

Piero Albery, Rocco Alonzi, Luca Antonelli, UgoArt, Marta Aucone, Annalisa Copiz, Iris Fleischmann, Guido Gabriele, Rocco Lancia, Alessio Marri, Francesco Milanese, Chiara Minicilli, Paola Ottaviani, Maria Angela Pallisco, Alessandra Palombo, Silvia Ricci, Bruna Rotondi, Stefania Vitti, Sabrina Zaccardelli.

La mostra rimarrà allestita fino al 19 ottobre e si concluderà con un ospite d'eccezione: Lorenzo Mastroianni "Mastro Blink".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Isolarte (1)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento