Italiani a scuola di inglese: recupereremo il gap con i paesi del nord Europa?

Oggi il mondo pensa in inglese, la lingua italiana è sempre più influenzata da termini in inglese, eppure la maggior parte degli italiani non conosce questa lingua e spesso la inizia a studiare in età avanzata. Il boom di iscrizioni alle scuole di...

Oggi il mondo pensa in inglese, la lingua italiana è sempre più influenzata da termini in inglese, eppure la maggior parte degli italiani non conosce questa lingua e spesso la inizia a studiare in età avanzata. Il boom di iscrizioni alle scuole di inglese, infatti, è un dato diffuso in tutta Italia e conferma la crescente importanza attribuita a questa lingua.

Secondo alcune ricerche il 43% degli italiani che seguono lezioni d’inglese è un over 45. Il 23% è composto da studenti di inglese tra i 35 e i 44 anni ed il 20% tra i 25 anni e i 34 anni. La percentuale più bassa di studenti è rappresentata dal 14% che va nella fascia dei 25 anni o meno. I dati relative alle età aiutano a spiegare la diffusione l’uso della tecnologia come supporto allo studio, in quanto essa aiuta a ottimizzare i tempi dello studio, cosa fondamentale per i lavoratori.

Otto 8 italiani su dieci, infatti, ricorrono all’utilizzo di una app per studiare una lingua straniera. Il 58% di essi afferma di utilizzare queste applicazioni da 1 a 5 volte a settimana, il 20% lo fa una o più volte al giorno ed infine solo il restante 22% dichiara di non dedicarvi affatto tempo. Sono tantissimi invece quelli che pensano che le app siano un ottimo strumento per imparare una lingua (82%). Quasi all’unanimità, però, ammettono che senza le basi e i metodi di studio appresi a lezione questi mezzi risulterebbero molto meno utili. Un buon consiglio è quindi trovare una scuola di inglese a Roma dove porre le basi o migliorare le conoscenze attuali e utilizzare le app come supporto a uno studio più mirato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Purtroppo gli italiani continuano ad essere agli ultimi posti della classifica europea che valuta l’indice di conoscenza dell’inglese, classifica che viene annualmente edita dall’istituto EF, ma resta comunque il fatto che stanno ponendo sempre più attenzione allo studio della lingua inglese e che il trend risulta sempre essere in crescita. Manca ancora molto per colmare il gap con i paesi del nord Europa, ma per il momento gli italiani stanno andando verso la giusta direzione e le abitudini di studio che solitamente hanno fanno pensare che nel prossimo futuro sempre più italiani conosceranno la lingua della Regina. Le scuole non mancano ed è sufficiente decidersi ad effettuare l’iscrizione ai corsi di inglese a Roma per cominciare a recuperare questo gap.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento